Giovedì, 21 Novembre 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Indice
Inizio
Prefazione
Obiettivo 1
Obiettivo 2
Obiettivo 3
Obiettivo 4
Obiettivo 5
Obiettivo 6
Obiettivo 7
Obiettivo 8
Nota per il lettore
Tutte le pagine

Rapporto sugli Obiettivi di Sviluppo del Millennio 2006
Nota per il lettore

Gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (OSM) sono uno dei risultati della Dichiarazione del Millennio delle Nazioni Unite, sottoscritta da 189 paesi nel 2000. La maggior parte degli obbiettivi è stata pensata per essere realizzata entro il 2015 sulla base della situazione globale degli anni ’90. Proprio in quel periodo hanno avuto luogo varie conferenze a livello mondiale e sono stati definiti la maggior parte degli obiettivi riguardanti il tema dello sviluppo. Il 1990 è quindi l’anno di riferimento per la valutazione dei progressi compiuti in vista del raggiungimento degli Obiettivi. Per molti dei parametri, il 2004 è l’anno più recente a cui risalgono dati completi.

I dati per verificare il progresso degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (OSM) sono stati raccolti da agenzie specializzate all’interno della loro area di competenza e tratti da statistiche nazionali fornite dai governi al sistema statistico internazionale – la Divisione Statistica delle Nazioni Unite e gli uffici statistici di varie organizzazioni internazionali – ed in seguito ordinati per analisi comparativa.

In alcuni casi, i governi nazionali potrebbero avere statistiche più recenti non riportate all’interno del sistema statistico internazionale. In altri casi, alcuni paesi non forniscono i dati richiesti alla compilazione degli indicatori. In tal caso, le agenzie statistiche internazionali fanno calcoli basandosi sui dati dei paesi vicini oppure sui dati di quelli con analoghi livelli di reddito. La maggior parte delle organizzazioni e delle agenzie del sistema delle Nazioni Unite, insieme con l’Organizzazione per la Cooperazione Economica e lo Sviluppo (OCSE) e l’Unione Interparlamentare, contribuiscono a tale lavoro. Molti indicatori - riguardanti ad esempio la mortalità infantile, la malnutrizione, la prevenzione e la cura della malaria e le informazioni divulgate sul virus dell’HIV e la sua diffusione nel mondo – sono il risultato di studi sostenuti e condotti da agenzie internazionali.  Tali studi comprendono soprattutto i moduli di indicatori multipli di ricerca (MICS) e quelli per le ricerche demografiche e sanitarie, i quali aiutano a colmare il frequente divario esistente sui dati.

Inoltre, alle percentuali regionali e mondiali vengono aggiunti i dati nazionali derivanti da studi internazionali e da fonti nazionali o stimati da agenzie competenti; tali aggiunte vengono impiegate in questo rapporto al fine di fornire la valutazione generale del progresso in corso.

Da quando è iniziata la valutazione periodica del progresso degli Obbiettivi di Sviluppo del Millennio (OSM) cinque anni fa, la comunità statistica internazionale si è preoccupata per la mancanza di dati adeguati per istituire gli indicatori richiesti in molti paesi in via di sviluppo. Allo stesso tempo, gli stessi strumenti di monitoraggio si sono concentrati su questa carenza di dati e sulla crescente consapevolezza della necessità di lanciare iniziative per far progredire la capacità di raccogliere dati statistica. Nonostante i molti passi compiuti in questa direzione, c’è ancora molto da fare affinché tutti i paesi siano in grado di produrre un flusso continuo di dati in materia sociale ed economica, necessari per informare sull’andamento delle politiche di sviluppo dei governi e sugli eventuali progressi ottenuti.

Questa rapporto presenta alcuni dati relativi al progresso degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (OSM),  sia per quanto riguarda lo sviluppo del mondo nel suo insieme e sia per quello di gruppi di paesi.

Questi ultimi vengono suddivisi in: regioni “in via di sviluppo”, che includono le economie di transizione del Commonwealth of Independent States (CIS) in Asia ed in Europa, e regioni industrializzate.

Le regioni in via di sviluppo sono state a loro volta suddivise nelle sotto regioni mostrate nella cartina sopraindicata.

Tali gruppi regionali si basano sulle divisioni geografiche proposte dalle Nazioni Unite, con alcune modifiche volte a creare, per quanto possibile, un’analisi più approfondita per alcuni gruppi di paesi. La lista completa dei paesi inclusi in ogni regione e sottoregione è disponibile sul sito: www.mdgs.un.org

--------------------------- 

(1) Poiché non è stata stabilita una definizione di paesi  “in via di sviluppo” e paesi “industrializzati” o aree nel sistema delle Nazioni Unite, tale suddivisione è relativa alla sola analisi statistica.

Le definizioni impiegate nel suddetto materiale e la sua presentazione non implicano alcuna espressione di opinione da parte del Segretariato delle Nazioni Unite sullo status legale di alcun paese, territorio, città o area delle sue autorità o  concernente le delimitazioni delle sue frontiere o confini.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - 

Traduzione a cura dell’Ufficio italiano di UNRIC Bruxelles
(Centro Regionale di Informazione delle Nazioni Unite per l’Europa Occidentale)
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Per ulteriori informazioni consultare i seguenti siti:

UN Statistics Division Millenium
Development Goals, mdgs.un.org

Obiettivi di Sviluppo del Millennio
http://www.unric.org/index.php?option=com_content&task=view&id=135

Ufficio per la Campagna del Millennio dell’ONU
www.millenniumcampaign.org

Foto: Adam Rogers/UNCDF

Copyright © United Nations, 2006
Diritti riservati.

 
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - 

“Noi, capi di stato e di governo …. ribadiamo che i nostri valori fondamentali comuni: libertà, uguaglianza, solidarietà, tolleranza, rispetto per i diritti di tutti gli esseri umani, rispetto per la natura e responsabilità condivise, sono fondamentali per i rapporti internazionali … Riconfermiamo il nostro impegno al fine di sradicare la povertà e a promuovere una crescita economica sostenibile, uno sviluppo sostenibile e prosperità globale per tutti … Ribadiamo la nostra determinazione ad assicurare la realizzazione piena e tempestiva degli Obbiettivi del Millennio per lo sviluppo. Sottolineamo il bisogno di un’azione multilaterale tempestiva, nonché il bisogno di strategie più ambiziose di sviluppo nazionale e di sostegno internazionale”.

-    Dal documento finale del Vertice Mondiale 2005, Nazioni Unite, 16 settembre 2005
pubblicato dal Dipartimento degli Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite (DESA)
Giugno 2006


SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px