Domenica, 13 Ottobre 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Rapporto di ASviS sugli SDGs in Italia

ASVIS RAPPORTO

28 set - Oggi è stato presentato il Rapporto ASviS 2017 “L’Italia e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile” nell’aula del palazzo dei gruppi parlamentari della Camera dei Deputati, alla presenza della vicepresidente della Camera Marina Sereni, del presidente dell'ASviS Pierluigi Stefanini, del portavoce dell'Alleanza Enrico Giovannini e del ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. 

La vicepresidente della Camera Sereni ha ricordato che la attuale fase storica dell'Italia e del mondo richiede la creazione di nuove strategie per lo sviluppo e che l'Agenda 2030 offre un punto di inizio che include crescita economica, sostenibilità ambientale e inclusione sociale. Alla luce della ripresa economica, ha spiegato la vicepresidente Sereni, "l’obiettivo dunque non è tornare ai livelli di prima della crisi, ma di farlo in modo sostenibile accentuando nelle politiche, negli strumenti e negli incentivi l’attenzione alla dimensione sociale e ambientale che peraltro possono offrire enormi opportunità per creare nuova e buona occupazione".

Il presidente dell’ASviS Pierluigi Stefanini ha ricordato la rilevanza del rapporto come il prodotto di una ricerca multidisciplinare, che ha potuto beneficiare di una crescente attenzione ai temi dello sviluppo sostenibile da parte di istituzioni e società civile. Di grande importanza, ha ricordato Stefanini, è di porre l'accento sulla necessità di non trattare più la questione dello sviluppo come immediata e fine al breve periodo,ma in un'ottica di lungo periodo che permetta di offrire soluzioni permanenti.

Il portavoce dell’Alleanza, Enrico Giovannini, ha poi presentato il Rapporto, frutto dell’impegno di circa 300 esperti delle organizzazioni aderenti all’Alleanza, descrivendo come l'Italia sia riuscita a migliorare la propria posizione in 9 delle aree coperte dagli SDGs, a peggiorare in 4 aree,mentre nelle rimanenti 4 non si sono notati cambiamenti. la questione principale sottolineata da Giovannini riguarda la capacità dell'Italia di raggiungere gli impegni presi. Questo non sarà possibile procedendo con le politiche attuali, ma solo introducendo riforme in tutte le aree interessate. In particolare, Giovannini ha suggerito che la prossima legislatura potrebbe essere dedicata allo sviluppo sostenibile,e ha annunciato una campagna di sensibilizzazione indirizzata ai maggiori partiti politici.

Il Ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan ha ammesso che i risultati non sono stati soddisfacenti, ma ha notato che l'attuale ripresa ciclica, sia in Italia che in Europa, offre la possibilità di introdurre radicali cambiamenti che possano davvero garantire uno sviluppo sostenibile protratto nel tempo. "L’Italia sta entrando in una fase cui ha bisogno più che mai di una visione strategica, di fonti di crescita. L’impegno strutturale deve continuare: una visione strategica che non può che basare la sua fonte di crescita dell’innovazione, ma l’innovazione a sua volta ha bisogno di un quadro di riferimento. In questo Rapporto ci sono tantissimi stimoli su quale politica dell’innovazione poter portare avanti, una innovazione che deve essere sostenibile, ma che può trovare dal concetto di sostenibilità ulteriori incentivi per la produttività di lungo termine, per le prospettive di occupazione, per la qualità della vita" ha spiegato il ministro, sottolineando i successi conseguiti dall'Italia nel promuovere lo sviluppo sostenibile in campo internazionale: sotto la presidenza italiana, il G7 ha sostenuto il concetto di crescita inclusiva.

Sul sito di ASviS si possono trovare il video dell'evento, il powerpoint utilizzato e il rapporto completo.

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px