Domenica, 21 Aprile 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Intervista TG1 a Ban KI-moon

sg interview tv italy rome

7 ott - Pubblichiamo di seguito la traduzione dell'intervista rilasciata in esclusiva dal Segretario Generale delle Nazioni Unite al TG1, in occasione della sua ultima visita ufficiale in Italia. 

Signor Segretario Generale, c’è una gravissima crisi di profughi migranti. Migliaia di persone vengono salvate ogni giorno nel Mediterraneo, molte, però, muoiono. In Europea, alcuni Paesi vogliono alzare muri. Come si esce da questa situazione?

Prima di tutto devo lodare l’Italia per il lavoro eccezionale che svolge, salvando migliaia di persone in mare. Sono stato nel Mediterraneo insieme al premier Renzi e ho visto scene commoventi. Oggi nel mondo ci sono 65 milioni di profughi e migranti, è il numero più alto dalla seconda guerra mondiale. è un problema globale, che può essere gestito solo con uno sforzo globale e condiviso. Alzare muri rende solo più drammatica l’emergenza. Bisogna ricordare che i migranti sono prima di tutto esseri umani, che vanno trattati con dignità. 

Da gennaio l’Italia sarà membro non permanente del Consiglio di Sicurezza. Qual è il ruolo che l’Italia deve e può giocare sullo scenario internazionale? 

L’Italia è già il Paese occidentale che fornisce il maggior contributo di uomini e mezzi alle missioni di pace dell’Onu, da sempre lavora per la pace e lo sviluppo, da membro del Consiglio di Sicurezza potrà fare ancora di più. 

L’ex primo ministro portoghese Guterres è ormai quasi certamente il suo successore. Come ce lo può descrivere, e quali saranno le sfide che dovrà affrontare?

E’ stato per anni commissario Onu per i rifugiati, ha lavorato sul campo, ha visto con i suoi occhi le più grandi crisi umanitarie. Farà certamente un ottimo lavoro. 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px