Martedì, 15 Ottobre 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Conferenza "Time for Peace: Europe's challenge in Africa and the Middle East"

TimeforPeace

1 giu - Si è tenuta oggi a Bruxelles presso il Cercle Royal Gaulois, la conferenza “Time for peace: Europe’s challenge in Africa” organizzata dal Think Thank indipendente Friends of Europe. 

Le guerre e i conflitti in Africa e nel medio Oriente producono i loro effetti in Europa in diversi modi.
La violenza nelle due regioni ha provocato una crisi dei rifugiati di proporzioni epiche, mettendo a dura prova la solidarietà europea e puntando i riflettori sulle debolezze della politica di sviluppo europea e della politica estera e di sicurezza. Inoltre, la guerra in Africa e in Medio Oriente ha determinato una maggiore attività terroristica sul suolo europeo, che ha visto l’ISIS e Al Qaeda diffondere sempre più i loro tentacoli in Europa.

Portare pace e stabilità al suo vicinato meridionale deve quindi essere una priorità assoluta per l’Europa, insieme all’impegno per promuovere lo sviluppo economico e politico dell'Africa e del Medio Oriente attraverso il commercio, gli investimenti, la creazione di occupazione, istruzione e lo sviluppo di competenze. E’ inoltre necessario che vi sia una maggiore interazione con i giovani, con gli attori della società civile e con i rappresentanti delle imprese.
La conferenza ha avuto due sessioni: la prima, incentrata sul Nord Africa e il Medio Oriente, la seconda sull’Africa.

Nel corso della prima sessione, Ali Zeddini, Vice Presidente della Lega Tunisina per i Diritti Umani, ha individuato due grandi problemi che riguardano la Tunisia: il problema economico e sociale e la disoccupazione giovanile. Zeddini ha ricordato che molti giovani tunisini sono laureati ma senza un lavoro, e bisogna far fronte a questa vera e propria emergenza anche per evitare che essi finiscano emarginati e diventino facile preda dei gruppi terroristici. La lotta al terrorismo è un'altra grande sfida per il paese nordafricano.
Tra i relatori della conferenza, anche Ahmed Galal, Ministro delle Finanze dell’Egitto negli anni 2013-2014, che ha affermato che affinché vi sia uno sviluppo nella regione nordafricana è necessario che si effettuino interventi a livello politico ed economico e che si risolvano i conflitti interni.

Ad elencare altri tre punti fondamentali necessari per garantire un futuro più prospero alla Regione è stato Sergio Piccolo, Consulente di politica Europea di vicinato meridionale presso la Direzione Generale della Commissione Europea per i negoziati di vicinato e di allargamento. Tali punti sono: lo stato di diritto, il rispetto dei diritti umani e la legittimità democratica.
La lotta alla corruzione, la liberalizzazione dei mercati e l’accountability sono altri elementi fondamentali e necessari per la crescita del Medio Oriente e del Nord Africa.

Nella seconda sessione della conferenza ha parlato il Vice Primo Ministro del Belgio, Alexander De Croo, che ha ricordato che l’Africa non è un continente omogeneo, e al suo interno vi sono stati con economie differenti, stati rurali e stati che presentano un maggiore sviluppo urbano. Il Vice Ministro ha rimarcato che in Africa la mancanza di opportunità economiche e l’insicurezza causata dalle guerre civili non favoriscono il fiorire dell’economia, ed è compito dei governi creare un clima favorevole agli investimenti nella Regione. Le guerre civili e l’instabilità politica non permettono neanche le relazioni commerciali tra stato e stato all’interno del continente africano, fondamentali per la crescita dell’area.

Nel corso della seconda sessione e dagli interventi degli altri relatori, è emerso che è di vitale importanza che si creino spazi per la cooperazione tra giovani imprenditori, affinché possano agire autonomamente e dare il via ai loro business. A tal proposito i governi devono avere politiche e strutture in grado di sostenere i giovani imprenditori affinché questi possano avviare le loro attività e contribuire alla ricchezza del Paese.

Per saperne di più cliccare qui 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px