Venerdì, 23 Agosto 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Al World Humanitarian Summit, Ban Ki-moon: "in questi due giorni, l'attenzione del mondo sarà rivolta verso di noi"

 Ban opening2 web

23 mag - Pronunciando il suo discorso alla Cerimonia di apertura del World Humanitarian Summit, il Segretario Generale Ban Ki-moon ha ricordato i motivi che hanno reso più che mai urgente la convocazione del Vertice: “ Siamo qui perché il sistema umanitario globale è messo a dura prova, in modi mai sperimentati prima.” Ban Ki-moon ha portato nuovamente all’attenzione le cifre delle crisi globali: un numero record di persone – 130 milioni – ha bisogno di assistenza umanitaria per sopravvivere. In 60 milioni sono stati costretti ad abbandonare le proprie case, un numero mai così alto dalla Seconda Guerra mondiale.

Ban Ki-moon ha menzionato alcune delle numerose crisi in corso, quelle più recenti e quelle che si trascinano da anni: le vittime del terremoto in Ecuador; gli attacchi persistenti contro i civili e le infastrutture di ricovero in Siria; l’insicurezza alimentare che intrappola nel bisogno milioni di persone negli stati meridionali del continente africano. Vite sconvolte, distrutte in pochi secondi o dolorosamente dilatate nella malattia o nella carestia.

“In questi due giorni, l’attenzione del mondo sarà rivolta verso di noi”, ha detto il Segretario Generale. In proposito, Ban Ki-moon ha evocato le cinque responsabilità-chiave a cui la sua Agenda per l’Umanità e il World Humanitarian Summit chiamano leader e partner umanitari a rispondere:

• La prevenzione e la risoluzione dei conflitti;
• Il rafforzamento della protezione dei civili nel rispetto del diritto umanitario e i diritti umani;
• L’impegno di non lasciare nessuno indietro, in particolare i milioni di sfollati e rifugiati nel mondo che richiedono soluzioni di lungo termine, sulla base di una condivisione equa di responsabilità;
• Il passaggio dalla risposta d’emergenza a investimenti sostenuti nelle capacità di resilienza delle comunità vulnerabili per porre fine al bisogno;
• Gli investimenti nell’umanità, sotto forma di finanziamenti diretti ai partner e alle comunità locali.

Il Segretario Generale ha proseguito: “Una generazione di giovani ritiene che abbiamo smarrito la strada. Che le vite umane non sembrino più avere importanza. Che il mondo dia più valore al denaro, alla fama e al potere della forza bruta che alla giustizia, alla speranza e alla protezione dei più vulneraibli. Siamo qui per plasmare un futuro diverso. Oggi dichiariamo: siamo una sola umanità, con una responsabilità condivisa: mostriamoci determinati non solo a mantenere in vita le persone, ma anche a dare loro l’opportunità di vivere con dignità.”

La prima giornata del World Humanitarian Summit ha visto, parallelamente ai lavori delle Tavole rotonde e delle Sessioni speciali, lo svolgimento della Sessione plenaria con le dichiarazioni d’impegno di rappresentanti di alto livello degli Stati membri, tra cui il Presidente turco Erdogan, la Cancelliera Angela Merkel e il Ministro degli Esteri tedesco Steinmeier. Tra gli altri, il Primo Ministro della Finlandia ha annunciato che il 30% dei finanziamenti del proprio paese non saranno vincolati, mentre il Vice Primo Ministro belga Alexander De Croo ha annunciato che entro il 2020 il 25% degli aiuti umanitari saranno diretti a organizzazioni e partner locali. Il Ministro dell’Ambiente Segolène Royal ha annunciato che la Francia ospiterà un summit sulla protezione dell’infanzia nei conflitti, e che tale tema sarà espressamente legato alle azioni per il cambiamento climatico. La Norvegia ha annunciato lo stanziamento di 10 milioni di dollari a sostegno del nuovo fondo unico per l’istruzione nell’emergenze. Altri stakeholder hanno annunciato i loro impegni, tra cui il Direttore esecutivo del World Economic Forum Espen Barth Eide, che ha ribadito il proprio sostegno alla partnership pubblico-privato nei sistemi di pagamento elettronico e in contante ai beneficiari dell’assistenza, e l’International Rescue Committee, che ha promesso il 25% della propria assistenza sotto forma di contante.

Per maggiori informazioni, visita la pagina news delle Nazioni Unite

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px