Martedì, 22 Ottobre 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Messaggio del Segretario Generale per la Giornata internazionale di Solidarietà al personale scomparso o in stato di detenzione

 UNPersonnel

25 mar- Il mese scorso, abbiamo ricevuto la tragica conferma dell’uccisione del nostro collega Amer al-Kaissy in Iraq a circa nove mesi dal suo rapimento. Esprimo di nuovo la mia condanna per questo riprovevole omicidio, insieme al mio appello alle autorità irachene perché conducano i responsabili di fronte alla giustizia.

Per questa Giornata Internazionale di solidarietà al personale scomparso o in stato di detenzione, sollecito un’intensificazione degli sforzi per condurre di fronte alla giustizia tutti i responsabili di tali crimini odiosi, e per porre fine all’impunità.

L’anno scorso, sei membri del personale delle Nazioni Unite sono stati rapiti e tenuti in ostaggio da attori non statali prima di essere liberati. Venti membri del personale civile delle Nazioni Unite rimangono prigionieri. Cinque sono in stato di fermo ad opera di Stati membri senza che sia stata fornita alcuna motivazione per il loro arresto.

Tale inaccettabile silenzio mette in pericolo gli individui coinvolti, e allo stesso tempo compromette la missione più ampia delle Nazioni Unite. Il personale, specialmente quello che opera in condizioni di pericolo, merita piena protezione e pieni diritti. Alcuni appartengono allo staff locale impegnato nella promozione dello sviluppo nel proprio paese. Altri sono distanti dalle loro case e dalle loro famiglie. Tutti rappresentano il meglio delle Nazioni Unite.  

Invito tutti gli Stati a rispettare i diritti, i privilegi e le immunità del personale delle Nazioni Unite. Ricordo inoltre alle autorità nazionali la loro responsabilità nel proteggere tutto il personale delle Nazioni Unite e nel prevenire qualsiasi abuso contro di loro.

Tutti gli Stati devono anche sostenere la Convenzione del 1994 sulla Sicurezza del Personale delle Nazioni Unite e quello Aassociato, nonché il Protocollo opzionale del 2005 alla Convenzione, che estende la protezione legale ad altri operatori umanitari.

Tra i tanti che sono stati colpiti dalla morte del Signor al- Kaissy, un amico ha scritto in omaggio la promessa di portare avanti la sua opera di vitale importanza. Questa risposta toccante testimonia la tenacia e l'impegno del personale delle Nazioni Unite, che merita una protezione completa, mentre si sforza di compiere la nostra missione di promuovere lo sviluppo, la pace e i diritti umani in tutto il mondo.

Per sapere di più sulla Giornata clicca qui

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px