Giovedì, 25 Aprile 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Messaggio del Segretario Generale sulla Giornata mondiale del diabete

diabetes 310px

13 nov - Quasi 350 milioni di persone nel mondo soffrono di diabete, una malattia in rapida ascesa, particolarmente nei paesi a basso e medio reddito. Molto possiamo fare per minimizzare il rischio di contrarre questa malattia, che in ogni caso può essere contrastata per una vita più sana e longeva.

Chi soffre di diabete perde la capacità di regolare in maniera appropriata lo zucchero nel sangue. Un tasso di zuccheri fuori controllo nel sangue può portare a danni ai nervi, a infarto, ictus, cecità, insufficienza renale e amputazione degli arti inferiori.

La maggior parte dei diabetici ha una forma della malattia di tipo 2, che colpisce sproporzionatamente le persone in sovrappeso e sedentarie. Ciò significa che i passi necessari per evitare di incorrere in questa malattia sono gli stessi che occorrono per mantenere una buona salute.

La scelta della parola “passi” è appropriata. Chiunque possa stare in piedi piuttosto che sedersi, che cammini un po’ di più ogni giorno e che sia generalmente più attivo, dovrebbe continuare a fare così.

Il diabete ha anche un peso economico. Molti di quelli che soffrono per complicazioni dovute al diabete perdono la propria fonte di reddito perchè impossibilitati al lavoro. Inoltre, le terapie possono essere molto costose. Molti nei paesi a basso-medio reddito, in cui vive la maggior parte di coloro con diabete, non possono permettersi di comprare l’insulina. Anche nei paesi ad alto reddito il costo è aumentato negli ultimi anni a livelli al di fuori della portata di molti. Per coloro che non producano la propria insulina – come nel caso del diabete di tipo 1 – vivere senza insulina equivale a una pena di morte. 

Così come gli individui devono fare dei passi verso vite più sane, così i governi possono creare degli ambienti che favoriscano tale processo. Le strutture sanitarie possono espandere i trattamenti terapeutici. Il settore privato può migliorare  disponibilità e accessibilità di prodotti e medicine essenziali.

Il mondo ha di recente fatto un passo significativo con l’adozione dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, in particolare attraverso l’obiettivo di ridurre di un terzo le morti imputabili a malattie non trasmissibili, tra cui il diabete, entro il 2030.

In occasione di questa Giornata, va riconosciuto il progresso fatto, ammettendo tuttavia che non è ancora abbastanza. Facciamo uno sforzzo tutti insieme per contenere l’impatto del diabete. 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px