Giovedì, 25 Aprile 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Messaggio del Segretario Generale per la giornata internazionale per la riduzione dei disastri, 13 ottobre 2015

Disaster reduction

13 Ott - Quest’anno la Giornata internazionale per la riduzione dei disastri è dedicata al potere della conoscenza tradizionale, indigeno e locale

Nel marzo 2015, a Sendai, in Giappone, in occasione della Terza conferenza mondiale delle Nazioni Unite sulla riduzione del rischio da disastriho incontrato il Presidente di Vanuatu, Baldwin Lonsdale. Quello stesso giorno, il suo Stato insulare è stato devastato dal ciclone Pam, uno dei più devastanti che abbia mai colpito il Pacifico.

La forza della tempesta ha fatto temere una grande perdita di vite umane. Per fortuna, non è stato così. Una delle ragioni è che i rifugi anti-ciclone, costruiti nello stile tradizionale e con materiali locali, hanno salvato molte vite.

Il sapere tradizionale e indigeno è conoscenza indispensabile per molte società che cercano di vivere in armonia con la natura e di adattarsi ai grandi eventi meteorologici, al riscaldamento globale e all’innalzamento del livello del mare.

In Camerun, il sapere tradizionale a bassa tecnologia tramandato di generazione in generazione aiuta gli agricoltori a far fronte alle inondazioni inumidendo mais e semi di fagioli prima di piantarli. Un’altra pratica secolare – versare cenere su mais e semi per un paio di mesi – aiuta e tenere lontani i parassiti.

            La capacità di ripresa è la somma di molte di queste azioni tese verso la riduzione del rischio di disastri a livello locale.

Nella regione artica, dalla sapienza degli indigeni dipende enormemente la nostra capacità di capire l’impatto del cambiamento climatico, perché ciò che accade nell’Artico, non rimane là confinato.

I cambiamenti che influiscono sulla disponibilità delle fonti tradizionali di cibo evidenziano le sfide che il mutamento climatico presenta per tutta l’umanità, non soltanto per chi vive nell’Artico.

La conoscenza locale dell’impatto dell’urbanizzazione, della crescita demografica, del declino degli ecosistemi e dell’emissione di gas a effetto serra è particolarmente importante in un’era in cui i disastri sono sempre più legati al clima e alla meteorologia.

L’Accordo quadro di Sendai per la riduzione del rischio da disastri riconosce l’importanza dell’impegno a livello delle comunità per tale riduzione. Sottolinea inoltre come il sapere tadizionale possa integrare la conoscenza scientifica nella gestione del rischio. Migliorare la resistenza ai disastri è anche un fattore chiave per gli Obiettivi di sviluppo sostenibile recentemente adottati, il quadro che guiderà i nostri sforza per porre fine alla povertà e per promuovere una prosperità condivisa su un pianeta sano entro il 2030.

In questa Giornata, riconosciamo gli sforzi delle comunità, grandi e piccole, che mettono la loro saggezza a disposizione per la riduzione del rischio da disastri e che condividono la loro preziosa “conoscenza della vita”. 

Per scoprire di più sulla giornata, clicca qui

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px