Mercoledì, 24 Aprile 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Afghanistan: assistenza umanitaria del WFP alle famiglie in fuga dai combattimenti a Kunduz

wfp

KABUL – In seguito al recente intensificarsi dei combattimenti nella provincia settentrionale afghana di Kunduz, il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) sta fornendo assistenza alimentare alle persone sfollate.

Oggi, il WFP ha cominciato a distribuire cibo sufficiente per un mese a più di 150 famiglie fuggite nella città di Mazar-e-Sharif, mentre si sta inviando altro cibo a quasi 950 famiglie sfollate nella città di Taluqan, nella provincia di Takhar. All’inizio di questa settimana, oltre 3 tonnellate di cibo sono state distribuite tramite l’Autorità nazionale di Gestione dei Disastri dell’Afghanistan (Afghanistan National Disaster Management Authority, ANDMA) a famiglie sfollate a Mazar.

Il WFP ha fornito scorte d’emergenza di farina di grano, arricchita con vitamine e minerali, all’ANDMA, che ha stipulato accordi con le panetterie per fornire pane alle famiglie sfollate.  Finora, 1.800 persone in un campo a Mazar-i-Sharif hanno ricevuto il pane. Si sta macinando altro grano in previsione della crescita dei bisogni nei prossimi giorni.

Valutazioni sui bisogni umanitari degli sfollati sono in corso nelle città settentrionali, tra cui Mazar-i-Sharif, Poul-e-Khumri, Taluqan e Faizabad. Il WFP ha preposizionato scorte alimentari sufficienti a un massimo di 12.000 famiglie.

Il WFP è seriamente preoccupato per l’incolumità e la sicurezza alimentare delle persone rimaste a Kunduz, a causa dell’intensificarsi dei combattimenti. “Il WFP sta valutando la situazione in coordinamento con altri partner umanitari; siamo pronti ad estendere l’assistenza alla città di Kunduz non appena le condizioni di sicurezza ci consentiranno l’accesso”, ha detto Angeline Rudakubana, Vicedirettore e Responsabile del WFP in Afghanistan.

“In questo momento, possiamo fornire razioni per un mese a circa 12.000 famiglie nella regione. Ciò richiederà, tuttavia, un cambiamento di destinazione rispetto ai programmi che il WFP aveva già in corso. Attendiamo con urgenza l’assistenza dei donatori per colmare il deficit di finanziamenti”, ha aggiunto Rudakubana.

Tra lo scoppio dei combattimenti il 28 settembre e la chiusura dell’aeroporto di Kunduz due giorni dopo, il WFP ha partecipato all’ evacuazione di circa 200 operatori umanitari e le loro famiglie attraverso il Servizio aereo umanitario delle Nazioni Unite (UN Humanitarian Air Service, UNHAS) in coordinamento con la Missione di Assistenza ONU in Afghanistan (UN Assistance Mission in Afghanistan, UNAMA).

Il WFP è finanziato interamente con contributi volontari e la crisi a Kunduz sopraggiunge in una fase in cui l’agenzia fronteggia grandi difficoltà a causa di un budget insufficiente per l’Afghanistan. Sono necessari 30 milioni di dollari per aiutare le comunità remote e le persone sfollate nel paese a prepararsi per l’inverno, un periodo in cui generalmente il cibo è scarso.

Nel 2015, il WFP in Afghanistan prevede di assistere 3,9 milioni di afghani vulnerabili in tutte le 34 province del paese attraverso diversi progetti, tra cui la creazione di beni strumentali, i pasti scolastici, la formazione professionale e il supporto nutrizionale.

#                              #                                 #

Il WFP è la più grande agenzia umanitaria che combatte la fame nel mondo fornendo assistenza alimentare in situazioni di emergenza e lavorando con le comunità per migliorare la nutrizione e costruire la resilienza. Ogni anno, il WFP assiste una media di 80 milioni di persone in circa 80 paesi.

Il WFP in Afghanistan ha installato una linea diretta e riceve commenti, reclami e reazioni riguardo la distribuzione dell’assistenza alimentare WFP. Il numero è : 0790-555-544

Per foto si prega di contattare il Responsabile dell’Unità Foto, Rein Skullerud:

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Visita il sito web in italiano: www.wfp.org/it, seguici su Twitter: @WFP_IT , Facebook:  World Food Programme

 

 

 

Per ulteriori informazioni:

Keiko Izushi, WFP/Kabul, +93(0)706-004-885

Wahidullah Amani, WFP/Kabul, +93(0)706-004-884

Damian Kean, WFP/Bangkok, +66817019208

Jane Howard, WFP/Rome, Tel. +39 06 65132321, Mob. +39 346 7600521

Bettina Luescher, WFP/Geneva, Tel. +41 22 917 8564, Mob. + 41-79-842-8057



The information contained in this electronic message and any attachments is intended for specific individuals or entities, and may be confidential, proprietary or privileged. If you are not the intended recipient, please notify the sender immediately, delete this message and do not disclose, distribute or copy it to any third party or otherwise use this message. The content of this message does not necessarily reflect the official position of the World Food Programme. Electronic messages are not secure or error free and may contain viruses or may be delayed, and the sender is not liable for any of these occurrences. The sender reserves the right to monitor, record and retain electronic messages. 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px