Sabato, 21 Settembre 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Osservazioni del Segretario Generale in occasione dell'evento: "Il Nostro Mondo, la Nostra Dignità, il Nostro Pianeta:l'Agenda Post-2015 e il ruolo dei Giovani" - Palais des Beaux Arts di Bruxelles, 27 maggio 2015

ban at bozar def

Signori e Signore,

Sono onorato di essere qui con voi oggi. Ieri ho passato la mattinata con i giovani Irlandesi, oggi sono con voi in questo bellissimo Palais des Beaux Arts e respiro di nuovo il grande potere dei giovani di tutto il mondo.

Ringrazio la Commissione Europea per aver reso possibile questo evento.

Siamo riuniti oggi perché questo è un momento cruciale per tutti e per il nostro pianeta. Il 2015, non è solo un anno qualunque ma rappresenta un'opportunità di trasformazione. E’ l’anno per agire globalmente, l'anno in cui il mondo si muove verso un futuro più equo e sostenibile.

Come tedofori della nuova agenda per lo sviluppo, avete un ruolo fondamentale da svolgere per porre fine alla povertà, alla disuguaglianza, alla fame e al degrado ambientale. Come molti dei giovani di tutto il mondo, siete stati gravemente colpiti dalla crisi economica e dalla recessione: oltre 73 milioni di giovani nel mondo sono disoccupati e avete tre volte più probabilità degli adulti di rimanere senza lavoro. In Europa, più di 5 milioni di giovani sono disoccupati: il 50% in Spagna e in Grecia; 41% in Italia; 36% in Portogallo. E' chiaro che occorre fare di più affinché ognuno di voi abbia un posto di lavoro, un’opportunità e altre forme di sostegno per prosperare nelle vostre comunità e nella vostra vita.

Questo non è solo un problema europeo. Nelle ultime settimane, abbiamo assistito ai tragici e disperati tentativi dei migranti in fuga dall'Africa e dal Medio Oriente di raggiungere le coste europee. Molti di questi migranti sono giovani costretti a intraprendere viaggi pericolosi e a rischiare la propria vita nel tentativo di fuggire dalla povertà e dallo stato d’insicurezza causato dai conflitti in corso.

E non è solo una questione di opportunità lavorative. Molti di questi giovani si sono visti strappare il loro futuro da improvvise ondate di violenza: attaccati a scuola o mentre andavano a scuola; reclutati con la forza dai gruppi armati; giovani donne e ragazze sottoposte a orribili e sistematiche violenze sessuali. Gli estremisti hanno fatto leva sull’alienazione e sulla frustrazione dei giovani di oggi.

Abbiamo bisogno di unire le forze per affrontare queste piaghe.

Quest'anno le Nazioni Unite celebrano il 20° anniversario del Programma d'Azione Globale per i Giovani. Nel fine settimana, i governi e la società civile si riuniranno a New York per celebrare questa pietra miliare e per riflettere su come poter coinvolgere ancora di più i giovani.

Le vostre opinioni hanno avuto un ruolo fondamentale nel nostro tentativo di forgiare il programma di sviluppo sostenibile post-2015. Il 70% delle persone che hanno preso parte al “My World Survey” ha meno di 30 anni. Molti giovani hanno anche partecipato alle consultazioni nazionali di tutto il mondo.

So che molti di voi qui oggi sono stati coinvolti e che si sono attivati diversamente, per esempio alzando la voce contro le ingiustizie, promuovendo interventi per arginare il cambiamento climatico, palesando le vostre priorità dalla cabina elettorale alla cassa del supermercato.

Esorto i leader mondiali a coinvolgere i giovani nelle proprie delegazioni quando il prossimo settembre arriveranno a New York per adottare la nuova agenda e gli obiettivi di sviluppo sostenibile. Allo stesso tempo, invito tutti i giovani d’ Europa e del mondo a fare pressione sui vostri governi per tenere alte le ambizioni.

Il mondo conta su di voi per richiamarci alle nostre responsabilità. Il mondo ha bisogno che voi vi mobilitiate quest’anno e nel futuro, per le persone e per il pianeta.

Non esiste un piano B, perché non esiste un pianeta B.

Voi siete la prima generazione che può sconfiggere la povertà - e l'ultima che può agire per evitare le peggiori conseguenze del cambiamento climatico.

Concordo con il mio Inviato Speciale per i Giovani, Ahmad Alhendawi, quando dice che i giovani guidano il cambiamento, ma non sono al posto di guida e ho fatto appello agli Stati membri affinché diano loro la "patente" per contribuire a dare una direzione al nostro futuro. Avete la possibilità - e il dovere - di contribuire a definire questo momento storico.

In chiusura, lasciate che vi chieda di continuare la mobilitazione attraverso i social media aderendo alla campagna delle Nazioni Unite #YouthNow. Tra poco, alcuni di voi si uniranno a me per un selfie e mi dispiace che non possiate entrare tutti nella foto. Spero che tutti voi re-twittate l'immagine.

Dite al mondo che eravate qui oggi e che lascerete il vostro segno nel mondo nelle prossime cruciali settimane.

Siate cittadini del mondo. Agite con passione e con compassione. Aiutateci a rendere questo mondo più sicuro e più sostenibile oggi e per le generazioni future.
Questa è la nostra responsabilità morale.

Grazie. 

 

Per leggere l'intervento in lingua orginale clicca qui.

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px