Giovedì, 19 Settembre 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Un nuovo slancio globale per eliminare la malnutrizione

fao dgg

24 NOV: E' questo il momento per un'azione decisa nell'abbracciare la "Sfida Fame Zero" ed assicurare una nutrizione adeguata a tutti, ha dichiarato oggi il Direttore della FAO José Graziano da Silva nel suo intervento di chiusura della Seconda Conferenza Internazionale sulla Nutrizione (ICN2).

"La malnutrizione è la prima causa di malattia nel mondo," ha detto Graziano da Silva, aggiungendo: "Se la fame fosse una malattia contagiosa, l'avremmo già curata."

La conferenza ha riunito rappresentanti da oltre 170 governi - tra cui oltre 100 ministri e vice-ministri - che hanno confermato il loro impegno a delineare delle politiche nazionali volte ad eliminare la malnutrizione in tutte le sue forme e a trasformare i sistemi alimentari in modo che tutti abbiano accesso a delle diete nutritive. Oltre 2200 partecipanti erano presenti al vertice, tra cui 150 rappresentanti della società civile e quasi 100 del settore privato.  

Papa Francesco, la Regina Letizia di Spagna, Nadine Heredia, First Lady del Perù, Re Letsie III del Lesotho e la Principessa degli Emirati Arabi Uniti Haya Bint Al Hussein sono intervenuti alla conferenza come ospiti speciali.

"Abbiamo davanti a noi un decennio da dedicare alla nutrizione," ha aggiunto Graziano da Silva, riferendosi all'imminente Expo Milano 2015 con il suo tema "Nutrire il pianeta, energia per la vita."

Ha anche sottolineato che il cibo e l'alimentazione figureranno in primo piano anche nell'agenda per lo sviluppo post-2015 delle Nazioni Unite, che andrà a sostituire gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, che arriveranno al loro termine il prossimo anno.

"Questa Conferenza sulla nutrizione è l'inizio del nostro rinnovato sforzo," ha affermato. "Sarà ricordata per aver portato la nutrizione nella sfera pubblica, rendendola un bene pubblico e non privato."

"Gli impegni politici presi alla ICN2 - la prima a prevedere soluzioni che affronteranno la malnutrizione in tutte le sue forme, dalla fame all'obesità - rappresentano una svolta storica. Non vediamo l'ora di lavorare insieme agli Stati Membri ed alla FAO per proseguire senza ritardi, tramite politiche ed azioni che cambieranno la vita di milioni di persone," ha dichiarato Oleg Chestnov, Vice-Direttore Generale della WHO per le Malattie Non Trasmissibili e la Salute Mentale.

Nel corso della conferenza di tre giorni organizzata da FAO e OMS, Graziano da Silva e il Direttore Generale dell' OMS Margaret Chan hanno sottolineato l'importanza della collaborazione tra i vari settori per rispondere alle sfide della nutrizione per il 21° secolo, ma hanno anche chiarito che la lotta contro la malnutrizione deve esser condotta innanzitutto dai governi nazionali attraverso impegni concreti e standard di riferimento.

Durante la ICN2 i governi hanno adottato la Dichiarazione di Roma sulla Nutrizione ed un Quadro Operativo, che fornisce delle raccomandazioni di lungo raggio ai responsabili politici nazionali per combattere la malnutrizione e mettere l'accesso a delle diete sane e la sostenibilità ambientale  al centro della produzione e della distribuzione alimentare, dalla fattoria alla tavola.

I due documenti sono il risultato di quasi un anno di consultazioni che hanno dato voce anche alla società civile e al settore privato.

Il Direttore Generale ha riconosciuto la società civile e il settore privato come alleati indispensabili nel combattere la malnutrizione, per il loro ruolo - rispettivamente - nel rendere i governi responsabili delle loro promesse e nel far arrivare il cibo ai consumatori.

Un nuovo fondo per la nutrizione

"Abbiamo bisogno di adeguati fondi per essere in grado di attuare il Quadro Operativo della ICN2," ha ricordato il Direttore Generale ai delegati. "E questa non è una questione secondaria."

Per aiutare i governi a trasformare gli impegni in azioni concrete, la FAO ha creato il Fondo Fiduciario d'Azione per la Nutrizione. Il Fondo mobilizzerà risorse per programmi e progetti che stimolino contesti favorevoli alla nutrizione, promuovano dei sistemi alimentari sostenibili ed un commercio che sostenga la nutrizione, aumentino l'informazione sui temi nutrizionali, migliorino la sicurezza alimentare e rendano la nutrizione parte di reti di sicurezza sociale più solide.

Per assicurare il rispetto delle promesse dopo la ICN2, il fondo aiuterà anche i paesi ad istituire dei meccanismi validi per monitorare i progressi fatti nei loro impegni in tema di nutrizione.   

Il comitato di direzione del fondo sarà ospitato dalla FAO e comprenderà, tra gli altri, rappresentanti dei principali donatori, della società civile e del settore privato. 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px