Domenica, 21 Aprile 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

FAQ sui documenti finali della ICN2

FAQ 10

La Seconda Conferenza Internazionale sulla Nutrizione (ICN2) è una conferenza intergovernativa di alto livello che affronterà le questioni legate alla nutrizione globale e alle sfide del 21°secolo.

La ICN2 dovrebbe approvare un documento politico finale, la Dichiarazione di Roma per la Nutrizione (Rome Declaration on Nutrition), e un Quadro d’Azione tecnico d’accompagnamento che guidi la sua attuazione. Il coordinatore del Segretariato della ICN2 per la FAO, Brian Thompson, approfondisce lo scopo dei documenti e il come essi debbano essere usati per migliorare il sistema di nutrizione.

Cos’è la Dichiarazione di Roma per la Nutrizione?

La Dichiarazione di Roma per la Nutrizione è un documento politico redatto con la finalità di rispondere alle problematiche correnti connesse alla nutrizione e alle relative sfide. Riaffermando gli impegni presi in occasione della prima Conferenza Internazionale sulla Nutrizione nel 1992, la Dichiarazione chiede che i paesi s’impegnino non solo a risolvere il problema della fame e a prevenire qualsiasi forma di malnutrizione in tutto il mondo - in particolare, la sottonutrizione nei bambini e, tra le tante altre deficienze di micronutrienti, l’anemia nelle donne e nei bambini - ma anche a invertire la tendenza oramai diffusa all’obesità. La Dichiarazione di Roma per la Nutrizione impone ai paesi di prendere l’iniziativa di tradurre in azione i loro impegni a favore della nutrizione.

Cos’è il Quadro d’Azione?

Il Quadro d’Azione offre ai governi una gamma di possibili politiche di volontariato e strategie da adottare affinché, cooperando con altri stakeholder, si possano realizzare gli impegni dichiarati nella Dichiarazione di Roma sulla Nutrizione. Il Quadro fornisce una lista di 60 raccomandazioni su politiche e strategie che potrebbero essere incorporate nei piani nazionali di investimento, sviluppo, agricoltura, sanità e nutrizione finalizzati a migliorare i livelli di nutrizione nel mondo. Il Quadro, inoltre, raccomanda la creazione di un ambiente che permetta l’effettiva azione e permetta anche di rinforzare i sistemi alimentari sostenibili. Questo include non solo investimenti nello sviluppo agricolo a favore dei meno abbienti e nell’agricoltura dei piccoli proprietari terrieri affinché migliorino le diete e aumentino i livelli di nutrizione, ma anche investimenti nell’educazione alimentare e nell’informazione, nella protezione sociale, nella sanità, nei servici idrici, nei servizi sanitari, nell’igiene e nella sicurezza alimentare associati a raccomandazioni per garantire una maggiore responsabilità.

Chi ha preparato, redatto e approvato i documenti?

La Dichiarazione di Roma sulla Nutrizione è stata negoziata dai paesi membri della FAO e dell’OMS, che hanno operato attraverso un Gruppo di Lavoro Congiunto ((JWG) costituito da rappresentanti regionali, con il contributo di organizzazioni della società civile, il settore privato e altri stakeholder. La ICN2 dovrebbe approvare la Dichiarazione di Roma e il Quadro d’Azione durante la giornata di apertura della Conferenza.

Come verrà usato ciascun documento dai governi?

I governi adatteranno le raccomandazioni sulle politiche e sulle strategie ai singoli bisogni alimentari del proprio paese. Azioni specifiche da adottare saranno discusse in sede di Conferenza.

Perché i documenti sono stati finalizzati prima della Conferenza?

Il raggiungimento del consensus sui due documenti da sottoporre all’ approvazione prima dell’inizio della Conferenza permette ai delegati della suddetta Conferenza di focalizzare chiaramente l’attenzione su come la Dichiarazione dovrà essere applicata, attuata, riferita e esaminata senza sprecare tempo nel perfezionare il linguaggio dei documenti stessi. Focalizzando l’attenzione sui passaggi successivi, questo incoraggia la Conferenza a guardare avanti e aprire la strada ad una conferenza ancora più proficua e di successo, incoraggiando, in questo modo, la presenza di partecipanti di alto livello.

In che modo questi documenti e la ICN2 avranno un impatto positivo sugli individui soggetti alla malnutrizione?

Con l’approvazione di questi documenti, i paesi s’impegnano non solo ad attuare la Dichiarazione attraverso il Quadro d’Azione, ma anche a garantire responsabilità e a monitorare il progresso nel raggiungimento di quegli obiettivi di nutrizione globale previsto per il 2015. In aggiunta, l’impegno include la possibilità di introdurre un obiettivo globale correlato nel programma di sviluppo post-2015.

I governi nazionali possono sviluppare un qualsiasi numero di piani per raggiungere questi obiettivi, e sono anche incoraggiati a stabilire i propri obiettivi di nutrizione in base alle loro singole situazioni ed esigenze. Essi possono monitorare l'attuazione del programma di nutrizione, i risultati e l'impatto attraverso meccanismi esistenti di monitoraggio e di responsabilità. Nel complesso, questi documenti e la Conferenza stessa rappresentano un maggiore impegno globale e uno sforzo concertato per porre fine alla malnutrizione. I partecipanti potranno lasciare la conferenza con le basi necessarie per trasformare questo impegno in azione.

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px