Sabato, 25 Maggio 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Orribili casi di violazioni dei diritti dei bambini emergono dalle testimonianze dei superstiti in Iraq

iraq

21 AGO: Secondo fonti UNICEF, numerose testimonianze raccolte dai civili fuggiti alla recente offensiva di gruppi armati nel quartiere di Sinjar nell'Iraq Nord-Occidentale, hanno rivelato terribili casi di uccisioni, rapimenti e violenze sessuali perpetrati contro donne e bambini.

La tipologia di violazioni dei diritti dei bambini, donne e delle minoranze etniche in Iraq nelle ultime settimane è una delle peggiori di questo secolo, e secondo il Dott. Marzio Babille, medico UNICEF in Iraq, è completamente inaccettabile da qualsiasi standard o codice di condotta.

Squadre specializzate per la protezione dei bambini inviate dall'UNICEF hanno finora documentato 123 casi di violazioni dei diritti umani, per mano di gruppi armati che hanno attaccato gli Yazidi e altri gruppi minoritari nelle zone della provincia di Ninewa vicino al confine con la Siria. Finora, 80 di questi sono stati verificati nel corso delle indagini svolte dall'UNICEF grazie al “Monitoring and Reporting Mechanism” (MRM) sulle gravi violazioni dei diritti dei bambini in situazioni di conflitto armato.

«Quasi ogni individuo con cui abbiamo parlato ha assistito o sperimentato casi terribili di violazioni sui suoi parenti o membri della sua comunità», ha detto Ibrahim Sesay, specialista UNICEF per la protezione dei bambini.

Una ragazza Yazidi di sedici anni ha rivelato agli intervistatori di come fosse stata ingannata insieme ad altre donne e ragazze per prestare servizi sessuali sotto il pretesto di un matrimonio forzato e temporaneo. La ragazza ha testimoniato di come sia riuscita a fuggire, e di come le altre donne fossero state portate via.

"L'agonia di queste ragazze e donne richiede un'urgente presa di posizione da parte della comunità internazionale, specialmente nel mettere a disposizione specialisti e psicologi per rispondere efficamente a questa tragedia" ha detto Sesay.

L'UNICEF ha fornito finora cure psicosociali e sostegno a più di 3.000 bambini rifugiati nella regione curda di Dohuk.

Per maggiori informazioni: http://is.gd/TviXF1

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px