Giovedì, 20 Giugno 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Messaggio del Segretario Generale per la Giornata Mondiale della Salute; 7 aprile 2012

Ogni anno il 7 aprile si celebra la Giornata Mondiale della Salute, in memoria della fondazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità avvenuta nel 1948. Il tema di quest’anno, “Una buona salute per invecchiare meglio”, trasmette un messaggio importante: promuovere buone condizioni di salute aumenta le possibilità di condurre una vita sana e produttiva più a lungo.

 Nella metà dello secolo scorso, nel mondo c’erano appena 14 milioni di persone al di sopra degli 80 anni. Nel 2050 ce ne saranno circa 400 milioni, di cui 100 milioni solo in Cina. Presto, per la prima volta nella storia, il mondo conterà più adulti sopra i 65 anni che bambini al di sotto dei 5 anni.

 Questo enorme cambiamento nell’età della popolazione mondiale è strettamente legato allo sviluppo economico e sociale. Grazie principalmente ai successi della salute pubblica globale relativi al miglioramento della sopravvivenza infantile e della salute degli adulti, le persone vivono più a lungo in molte parti del mondo. Molti paesi ad alto reddito stanno già affrontando un rapido invecchiamento della popolazione e nei prossimi decenni, anche i paesi a medio e basso reddito assisteranno a crescite altrettanto drammatiche.

 L’incremento della longevità è qualcosa da celebrare e a cui tutti aspiriamo. Le persone anziane offrono alla società contributi preziosi, come membri della famiglia, come forza lavoro e come volontari all’interno delle comunità. La saggezza acquisita durante tutta la loro vita li rende una risorsa unica per la società.

 Tuttavia, l’aumento di persone anziane implica anche una crescente domanda di assistenza sanitaria e di sistemi di sicurezza sociale. La più grande minaccia per le persone anziane di tutti i paesi è prevalentemente costituita dalle malattie non trasmissibili. Le malattie cardiache e gli ictus sono le principali cause di morte, e l’indebolimento della vista e la demenza le principali cause di disabilità. Nei paesi a basso reddito, l’incidenza di queste malattie tra le persone anziane è da due a tre volte superiore rispetto ai paesi ad alto reddito. Questo onere non è sostenuto solo dagli anziani, bensì dalle loro famiglie e dall’intera società.

 Molti paesi a medio e basso reddito non hanno né le infrastrutture né le risorse per occuparsi dei bisogni attuali, e tanto meno per far fronte alle richieste sempre maggiori attese in futuro. La buona notizia è che esistono molte soluzioni realizzabili che i governi possono mettere in pratica per aiutare i cittadini più anziani a condurre una vita sana e attiva. Inoltre, i paesi che investono sull’invecchiamento sano possono contare su una significativa ricompensa sociale ed economica per l’intera comunità.

 In occasione della Giornata Mondiale della Salute, esorto i governi, la società civile e i settori privati a prestare attenzione e impegnare risorse per garantire che, in ogni parte del mondo, le persone abbiano la possibilità di invecchiare in buona salute.

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px