Giovedì, 18 Luglio 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

UNODC: Studio globale sugli omicidi.

altIn uno studio recentemente pubblicato da UNODC (Global Study on Homicide) risulta che gli uomini giovani corrono un rischio maggiore di essere vittime di un omicidio volontario, in particolare nelle zone del Sud e Centro America, nei Caraibi e nell’Africa sub sahariana. In America centrale il tasso di omicidi è ormai ad un livello critico. 

 Lo studio dimostra che esiste una diretta correlazione tra il tasso di criminalità e il livello di sviluppo. I Paesi con una forte disuguaglianza sociale sono quattro volte più esposti ai rischi di crimini violenti rispetto alle società più egualitarie. Inoltre, come dimostrato dalla storia recente del Sud America, risulta che la crescita economica sia in grado di ridurre il verificarsi di crimini violenti.

A livello mondiale circa l’80% degli omicidi ha per autore o vittima un uomo; nello studio si evidenzia come esista una connessione tra il genere e le tipologia di crimine. La maggior parte degli omicidi riguardanti uomini avviene in uno spazi pubblico, mentre se si guarda alle donne si vede come siano le principali vittime di violenza all’interno della propria casa.

La criminalità è dunque causa ed effetto della povertà, della mancanza di sicurezza e del sottosviluppo, in quanto fa fuggire le imprese, erode il capitale umano e destabilizza la società. Proprio per cercare di rispettare gli Obiettivi del Millennio le politiche di prevenzione al crimine dovrebbero essere collegate  allo sviluppo economico e sociale e ad una governance che poggia sullo stato di diritto.

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px