Lunedì, 22 Luglio 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Nuovo rapporto ONU chiede la fine delle ingiustizie nei confronti di milioni di donne in tutto il mondo.

Milioni di donne in tutto il mondo continuano a subire ingiustizie, violenze e disuguaglianze a casa, sul posto di lavoro e nella sfera pubblica secondo un recente rapporto delle Nazioni Unite che sollecita i governi affinché agiscano prontamente al fine di assicurare una reale uguaglianza tra i sessi.

“Progresso nel Mondo delle Donne: alla ricerca di Giustizia” è la prima grande indagine portata avanti da UN Women, l’agenzia lanciata all’inizio di quest’anno per promuovere gli sforzi fatti dalle istituzioni in tutto il mondo verso l’uguaglianza di genere e la valorizzazione della donna.diritti

Il rapporto ha come obbiettivo “sollecitare un’azione decisa da parte dei governi e delle società civili perché mantengano i loro impegni e accelerino la conquista dei diritti delle donne in tutto il mondo” come ha dichiarato il Direttore Esecutivo di UN Women  Michelle Bachelet durante una conferenza stampa nella sede centrale dell’ONU.

La Bachelet ha affermato che il punto focale che permetterebbe alla donna di accedere alla giustizia deriva dalla consapevolezza che un buon sistema legale e giudiziario è alla base dell’uguaglianza di genere. Nonostante il ruolo della legge sia un principio che sta a cuore e il caposaldo di un governo democratico in tutto il mondo “tuttora in troppi paesi tale sistema giudiziario esclude la donna” ha aggiunto.

Il  rapporto mostra come nel secolo passato si sia potuto assistere ad una “trasformazione” dei diritti legali della donna e come molti paesi  li abbiano estesi al genere femminile in tutte le regioni. “Ciononostante per molte donne in tutto il mondo la legge scritta non si traduce in uguaglianza e giustizia” aggiunge il rapporto.

Si evidenzia inoltre che sebbene in 139 Paesi e territori oggi l’uguaglianza di genere sia garantita nella costituzione, le donne continuano a subire ingiustizie, violenze e disuguaglianze tra le mura domestiche come sul posto di lavoro.

Con metà della popolazione mondiale in ballo, il risultato di questa indagine diventa un potente richiamo all’azione” ha sostenuto la Bachelet. “Le fondamenta di una giustizia che non escluda la donna sono state gettate”.

Ma una piena uguaglianza implica che non ci sia nessuna differenza tra uomo e donna agli occhi della legge - tra le mura domestiche come sul posto di lavoro e nella sfera pubblica” ha aggiunto.

UN Women sollecita i governi affinché intraprendano azioni concrete al fine di far cessare le ingiustizie che in ogni paese del mondo rendono la donna più debole e senza potere rispetto all’uomo.

Queste misure implicano l’abrogazione delle leggi che discriminano le donne, l’assunzione di più donne in polizia, tra giudici, legislatori e attivisti “in prima linea per una giustizia comune a tutti”, la creazione di “sportelli” dove le donne possano accedere ed ottenere giustizia, servizi legali e sanitari.

L’indagine inoltre riporta che nonostante le violenze domestiche siano considerate illegali in 125 stati, 603 milioni di donne in tutto il mondo vivono in paesi dove queste non sono considerate un crimine. Inoltre ad oggi le donne sono pagate il 30% in meno rispetto agli uomini in alcuni paesi, e circa 600 milioni di donne hanno lavori precari non garantiti da adeguate leggi sul lavoro.

Il rapporto rileva inoltre l’inadeguata applicazione delle leggi attualmente in vigore. Molte donne, riferisce UN Women, si rifiutano di denunciare i crimini a causa dello stigma sociale che sarebbero costrette a sopportare e per colpa di un sistema giudiziario debole.

I costi proibitivi e le difficoltà pratiche per avere giustizia, dal viaggio per arrivare al tribunale che spesso dista molti kilometri al costo elevato di un parere legale, ha portato ad un alto tasso di abbandono da parte di donne che cercano un indennizzo, in particolar modo dopo aver subito violenze di genere, ha reso noto l’agenzia.

Cambiando la legge e dando alle donne un reale sostegno perché sia fatta giustizia, possiamo cambiare la società e assicurare a uomini e donne una vera uguaglianza di genere per il futuro” conclude il rapporto.

 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px