Mercoledì, 26 Giugno 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Il WFP accede alla regione delle montagne occidentali – lancia il servizio di traghetti per Misurata

IL CAIRO - Il Programma Alimentare Mondiale ha distribuito più di 6.000 tonnellate di assistenza alimentare ad oltre 543.000 persone in tutta la Libia fin dall'inizio della sua operazione di emergenza in Nord Africa, quattro mesi fa. Lavorando con i partner, tra cui la Mezzaluna Rossa libica, più di 282.000 persone nella parte orientale della Libia, e 261.000 nella parte occidentale della Libia hanno ricevuto assistenza alimentare.

La prima missione congiunta delle Nazioni Unite ad accedere alla regione delle montagne occidentali in Libia ha trovato che la sicurezza alimentare è di vitale importanza per molti nella regione devastata, con i mercati che non funzionano a causa di carburante e mezzi limitati, e servizi di base come l'elettricità e l'acqua che mancano in alcune aree.

- Il Programma Alimentare Mondiale (WFP) è stato parte della missione ONU che ha visitato le città di Wazin, Nalut, Jadu e Zintan.

- Secondo la missione organizzata di concerto tra varie agenzie, incluse anche OCHA, UNHCR ed UNICEF, le persone rimaste in queste quattro città oggi dipendono interamente dall’assistenza alimentare fornita dal WFP e da altri, tra cui organizzazioni libiche, ONG internazionali e contributi privati

- Lavorando con le ONG partner, il WFP sta fornendo assistenza alimentare alle persone più vulnerabili nell'area devastata delle montagne occidentali, raggiungendo più di 125.000 persone fino ad ora.

- Il WFP ha inviato quasi 800 tonnellate di cibo nella regione delle montagne occidentali tramite vie di rifornimento attraverso il confine con la Tunisia oltre che dall'interno Libia. Come parte della risposta di emergenza regionale, il WFP ha predisposto più di 21.700 tonnellate di assistenza alimentare per la sola Libia all'interno del paese ed al confine della Tunisia pronti per la spedizione immediate

-A Misurata, il Programma Alimentare Mondiale ha finora fornito assistenza alimentare a circa 125.000 persone. Nel primo rapporto stilato in collaborazione con le altre agenzie del progetto, si evidenzia come pur non essendoci un’emergenza-cibo, la città continui a fare affidamento al sostegno esterno per soddisfare le proprie necessità alimentari.

- Il primo luglio, il Programma Alimentare Mondiale ha inaugurato la prima nave adibita al trasporto di materiale umanitario e di  lavoratori da Bengazi a Misurata. La nave compierà da uno fino a due viaggi tra le due città ogni settimana durante il mese di luglio.

- In Tunisia, il Programma Alimentare Mondiale sta distribuendo cibo ai rifugiati libici in 5 regioni del sud (Tataouine, Medenine, Gabes, Kebili and Sfax ) attraverso il proprio partner, la Mezzaluna crescente tunisina. Diverse settimane fa si cominciò distribuendo pane, mentre la scorsa settimana sono stati aggiunti altri cibi fondamentali. Ad oggi, più di 13.300 rifugiati di Tatouine e Medenine hanno ricevuto una razione di cibo completa.

- Una operazione speciale da parte del servizio aereo umanitario delle Nazioni Unite (UNHAS) ha già trasportato più di mille passeggeri provenienti da 115 organizzazioni su voli tra Malta, Bengazi, il Cairo e Djerba, per un costo totale di 4 milioni di dollari. 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px