Giovedì, 19 Settembre 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Sudan: esperti ONU avvertono che la situazione ad Abyei potrebbe far deragliare l'intero processo di pace

L’Esperto Indipendente delle Nazioni Unite, Mohamed Chande Othman, ha espresso la sua preoccupazione per il continuo deterioramento della situazione nella regione di Abyei nell’Area di Transizione del Sudan. La tensione nella regione è stata elevata a causa del referendum ritardato sulla regione di Abyei e le restrizioni alla circolazione dei meridionali. "Abyei rimane ancora un punto delicato che potrebbe far deragliare l'intero processo di pace", ha avvertito l'Esperto Indipendente designato dal Consiglio dei Diritti Umani per monitorare la situazione dei diritti umani in Sudan. "Esorto le parti aderenti al Comprehensive Peace Agreement (CPA) ad adottare misure per calmare le tensioni nella regione ed a raggiungere urgentemente un accordo su tutte le questioni in sospeso”.

Il giudice Othman ha osservato che la questione chiave è l'attuazione dei restanti aspetti del CPA del 2005, in particolare il referendum su Abyei, la demarcazione dei confini, la cittadinanza, la condivisione della ricchezza e dei beni, e le significative consultazioni popolari nella zona del Nilo Azzurro e degli Stati del Kordofan del sud. Egli ha aggiunto che "permangono tuttora sfide in termini di approfondimento democratico e creazione di un ambiente favorevole per la pace, la sicurezza e il rispetto dei diritti umani e dello Stato di diritto. I restanti quattro mesi del periodo ad interim del CPA saranno estremamente critici".


Sudan del Nord

In merito alla situazione nel nord del Sudan, il giudice Othman ha espresso le sue preoccupazioni riguardo la repressione dei dissidenti politici, in seguito ad un aumento degli arresti e delle detenzioni prolungate di un certo numero di leader politici di opposizione, studenti e attori della società civile da parte delle autorità incaricate di applicare la legge, in particolare il Servizio di Sicurezza Nazionale. "Il governo continua a detenere questi individui, senza accusarli di reato o senza dare loro il diritto di contestare la legalità della loro detenzione presso il tribunale", ha affermato, notando che i diritti e le libertà fondamentali, inclusa la libertà di espressione, di riunione e associazione continuano ad essere violate da parte delle autorità incaricate dell'applicazione della legge.

Darfur

L’Esperto Indipendente ha richiamato anche l’attenzione sulla situazione in Darfur. “Non dobbiamo scordarci del Darfur dove i civili continuano a sostenere il peso peggiore dello scontro tra i gruppi armati e le forze governative” ha detto. “Mi appello alla comunità internazionale per aiutare a trovare una soluzione globale del conflitto attraverso un processo di pace che affronti le cause profonde del conflitto inclusa la marginalizzazione economica della regione”.

Il giudice Othman presenterà nel settembre di quest’anno un rapporto sulla sua missione di inchiesta al Consiglio per i Diritti Umani, comprendente le sue osservazioni e le sue raccomandazioni.

Per saperne di più:

http://www.ohchr.org/en/NewsEvents/Pages/DisplayNews.aspx?NewsID=10858&LangID=E

 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px