Giovedì, 19 Settembre 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Osservazioni del Segretario Generale sul Meeting ad Alto Livello del Consiglio Economico e Sociale con le istituzioni di Bretton Woods, l'UNCTAD e l'OMC

Grazie, Presidente, Eccellenze, Illustri Ministri, Signore e Signori,

Mi unisco al Presidente del Consiglio Economico e Sociale nel darvi il benvenuto a questo incontro.

Questi sono tempi difficili.

Il mondo è ancora scosso dalla crisi finanziaria ed economica. Il cammino verso la ripresa è stato lento, fragile ed ineguale. I livelli di debito in aumento, la crescente disuguaglianza e l'esclusione sociale sono problemi reali. Le devastanti catastrofi naturali e gli impatti del cambiamento climatico continuano a pregiudicare lo sviluppo dei guadagni.

Lasciateci trarre il massimo vantaggio dalla Conferenza 2012 delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile di Rio, che avrà un approccio integrato a tali sfide.

I recenti picchi dei prezzi dei generi alimentari e dell'energia stanno mettendo a rischio i progressi raggiunti negli ultimi dieci anni nel sottrarre milioni di persone dalla povertà. La situazione alimentare è precaria: l'indice dei prezzi alimentari della FAO è al suo massimo dall'inizio dell'indice nel 1990.

Dobbiamo anche riconoscere le importanti implicazioni politiche ed economiche degli sviluppi storici in Nord Africa e del Medio Oriente. Mentre questi sono ancora in corso, gli eventi hanno già messo in evidenza ancora una volta il legame tra povertà, la disoccupazione, la disuguaglianza e la stabilità. Una inclusiva, democratica, onesta governance è parte cruciale della nostra ricerca di giustizia sociale e dignità umana.

Eccellenze, Signore e Signori,

Noi dobbiamo rispondere a queste sfide tracciando un percorso per uno sviluppo veramente sostenibile ed equo.

Le vostre opportune discussioni si concentreranno su quattro aree critiche: gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, i paesi meno sviluppati, i paesi a medio reddito, e lagovernance economica globale. Lasciatemi trattare ognuno di questi argomenti a turno.

In primo luogo, gli OSM.

I progressi sono stati irregolari. Sono necessari maggiori investimenti nella creazione di posti di lavoro, nella sicurezza alimentare, salute, energia pulita, nelle infrastrutture e l'adattamento climatico.

Uno dei messaggi principali del Vertice del settembre scorso è stata la necessità di rafforzare il partenariato globale per lo sviluppo.

Questa partnership non si occupa solo di aiuto, per quanto importante esso sia. Si richiede una riduzione del debito, così come l'accesso ai farmaci essenziali e alla tecnologia, comprese le tecnologie dell'informazione e della comunicazione.

Questa partnership prevede inoltre un sistema aperto di scambio che non pone in svantaggio i prodotti ed i servizi dei paesi in via di sviluppo. Lancio nuovamente un appello per una conclusione positiva delDoha Development Round dei negoziati commerciali multilaterali. Il sostegno al commercio è vitale, ma servirebbe a ben poco se i mercati globali fossero bloccati o intrinsecamente ineguali.

La partnership per lo sviluppo sottolinea anche la responsabilità reciproca. Sono lieto di comunicare che il sistema delle Nazioni Unite sta compiendo buoni progressi circa lo sviluppo di un quadro integrato di attuazione, per aiutarci a sostenere i nostri impegni. Conto su tutti gli altri partner per giungere alla conclusione dell’accordo.

In secondo luogo, vorrei passare ora ai paesi meno sviluppati.

I paesi più poveri del mondo continuano a confrontarsi con rilevanti livelli di povertà e fame. Sono tra i più vulnerabili rispetto all’impatto climatico. E poiché spendono fino al 75 per cento del reddito familiare in cibo, sono anche sproporzionatamente suscettibili ai stravolgimenti dei prezzi.

Fra due mesi, la quarta Conferenza dell’ONU sui paesi meno sviluppati ad Istanbul rappresenterà l’occasione per rispondere alle loro difficili condizioni. Incoraggio tutti i paesi a partecipare. Aiutateci ad adottare un programma di azione che possa dare risultati tangibili.

In terzo luogo, Ie esigenze e le preoccupazioni concernenti lo sviluppo dei paesi a reddito medio non attirano sempre l’attenzione che dovrebbero.

Ma sono i paesi a medio reddito che, ad oggi, hanno permesso la ripresa. La loro impressionante performance nasce da decenni di ammirevoli sforzi atti a diversificare le esportazioni e conquistare quote di mercato maggiori per i beni di alta tecnologia.

Eppure, nonostante la notevole riduzione dei livelli di povertà, molti paesi a medio reddito affrontano una crescente diseguaglianza, la persistenza di una povertà estrema e la mancanza di adeguati sistemi di sicurezza sociale. Sono necessari ulteriori sforzi per migliorare le reti di sicurezza e la sicurezza economica.

Quarto ed ultimo, signore e signori, dobbiamo lavorare tutti insieme per rafforzare il ruolo delle Nazioni Unite nella governance economica globale.

Questo significa individuare il vantaggio comparativo delle istituzioni rilevanti.

Ciò significa rendere i nostri organismi delle Nazioni Unite e gli altri soggetti interessati presenti, più efficienti, efficaci, responsabili e rappresentativi.

Significa più coerenza e partnership. In tempi di austerità, significa fare di più con scarse risorse.

E ciò significa continuare a rafforzare le Nazioni Unite dall’interno.

Eccellenze, Signore e Signori,

In un mondo instabile e mutevole, non dobbiamo deludere i molti milioni di persone che guardano a noi ed alla nostra organizzazione in cerca di aiuto e rassicurazione. Rispondiamo a tutta la gamma delle loro aspirazioni, economiche, sociali, ambientali, democratiche. Ascoltiamo le loro voci, oggi e domani.

Auguro a tutti voi un meeting produttivo.

Grazie.

Per saperne di più: http://www.un.org/News/Press/docs//2011/sgsm13436.doc.htm

 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px