Domenica, 16 Giugno 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

L’Assemblea Generale sottolinea l’importanza di investire in misure che riducano i disastri

L’Assemblea Generale ha discusso su quali siano le misure da adottare per ridurre i rischi di terremoti, alluvioni e tempeste di neve che, solo nell’anno passato, hanno colpito 208 milioni di perone, uccidendone circa 300 mila e determinando 110 miliardi di dollari in perdite.

Il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon ha dichiarato che “dobbiamo imparare dalle città e dai paesi che hanno dimostrato come ridurre i rischi, ma anche da quelli meno fortunati, i cui esempi di calamità devono servire a tutti come occasione per riflettere; l'esperienza e il buon senso concordano: dobbiamo investire oggi per un domani migliore”. Ban ha elencato i disastri naturali dello scorso anno: i terremoti ad Haiti, in Cile e in Cina, le inondazioni in Pakistan ed in Europa, gli incendi in Russia e negli Stati Uniti, i cicloni e le tempeste tropicali in Asia.

Alla luce del fatto che quest'anno potrebbe rivelarsi altrettanto rovinoso, visto che le gravi inondazioni in Australia ed in Brasile mostrano come nessun paese o città, ricco o povero, sia immune ai disastri, egli ha sottolineato che troppo spesso, i paesi più poveri soffrono in maniera sproporzionata.

Il Segretario Generale ha dichiarato che "i bambini sono tra le vittime più vulnerabili. Migliaia sono morti l'anno scorso sotto le macerie delle scuole distrutte da terremoti, inondazioni o uragani. Ciò poteva essere evitato. Le vite possono essere salvate mediante una pianificazione anticipata e la costruzione di scuole, case, ospedali, comunità e città per sostenere i rischi. Tali misure per ridurre il rischio diverranno sempre più importanti in quanto i cambiamenti climatici e gli eventi estremi sono sempre più frequenti ed intensi".

Ban Ki-moon ha citato lo stato del Queensland (Australia) riferendosi a come esso sia uscito relativamente indenne da una dei più forti cicloni che abbiano mai colpito il paese anche grazie al "ruolo chiave" svolto dalla pianificazione preventiva.

Egli ha anche sottolineato come la campagna di riduzione dei rischi si stia già concentrando sulla necessità di creare scuole, ospedali e città più sicure, ma ha sottolineato che "c’è bisogno di fare molto di più, ed  occorreranno coraggio, visione e leadership, e avremo bisogno della partecipazione e dell’investimento di tutti".

Il Presidente dell'Assemblea Generale Joseph Deiss ha aggiunto che la "riduzione del rischio è fondamentale per proteggere i progressi compiuti verso gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (OSM) e raggiungere uno sviluppo sostenibile".

L’assistente del Segretario Generale per la Riduzione del Rischio di Disastri Margareta Wahlström ha evidenziato l'importanza dei sistemi di rapida allerta nella riduzione delle morti negli ultimi 20 anni, meno efficaci per quanto riguarda le perdite economiche, ed ha aggiunto che "il numero di vite perse in questi ultimi decenni continua a scendere".

Per saperne di più:

http://www.un.org/apps/news/story.asp?NewsID=37497&Cr=disaster+risk&Cr1

 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px