Domenica, 21 Aprile 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Ban Ki-moon definisce “oltraggiose” le intimidazioni esercitate sui media ed i gruppi sui diritti umani in Egitto

Il Segretario Generale Ban Ki-moon ha chiesto l’immediata cessazione delle “intimidazioni e restrizioni ai media internazionali ed ai gruppi sui diritti umani” che stanno avvenendo in Egitto, definendole “oltraggiose”.

Ban ha dichiarato che "il rispetto delle libertà di espressione, riunione, e informazione è fondamento cruciale ed essenziale dei valori democratici. Ancora una volta sollecito con urgenza le autorità egiziane ad ascoltare la voce del popolo e avviare immediatamente un cambiamento reale", aggiungendo che le Nazioni Unite sono pronte a sostenere le autorità egiziane e la popolazione in qualsiasi modo, durante il periodo di transizione e di cambiamento, compreso quello delle elezioni.


Il Segretario Generale ha promesso il sostegno delle Nazioni Unite per l’attuazione di "riforme coraggiose" necessarie a soddisfare le aspirazioni del popolo del Medio Oriente; ha chiesto una rapida transizione in Egitto, dove centinaia di migliaia di manifestanti hanno domandato le dimissioni immediate del presidente Hosni Mubarak.

Egli ha dichiarato che "non dobbiamo sottovalutare il pericolo d’instabilità in Medio Oriente”, affermando che le proteste "riflettono la grande frustrazione del popolo egiziano causata dalla mancanza di cambiamenti nel corso degli ultimi decenni. Questo malcontento richiede riforme coraggiose, non repressione. Sono preoccupato per la crescente violenza. Ho invitato tutte le parti alla moderazione. I violenti attacchi contro  pacifici manifestanti sono del tutto inaccettabili ".

Per molto tempo, l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) si è occupata della mancanza di lavoro dignitoso in Egitto e in altri paesi della regione, dove i tassi di disoccupazione, sottoccupazione e lavoro informale rimangono tra i più elevati al mondo. Unendosi a Ban Ki-moon nell’appello ai dirigenti egiziani, Il Direttore Generale dell’ILO, Juan Somavia, ha dichiarato che "l'incapacità di affrontare questa situazione in modo efficace, con tutte le sue conseguenze per la povertà e lo sviluppo squilibrato, con limitazioni alle libertà fondamentali, ha innescato questa diffusione di rivendicazioni popolari", e ha accolto con favore l'istituzione di un sindacato indipendente che rivendichi posti di lavoro, un salario minimo, la protezione sociale, e la libertà di associazione.

Per saperne di più:

http://www.un.org/apps/news/story.asp?NewsID=37459&Cr=egypt&Cr1=

 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px