Domenica, 16 Giugno 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Reali discussioni sulla riforma del Consiglio di Sicurezza potrebbero aver inizio quest'anno, dice il Presidente dell'Assemblea Generale

Incontrando la stampa a New York, il Presidente dell'Assemblea Generale ONU, Joseph Deiss, ha detto di sperare che «negoziati reali» possano essere almeno avviati quest'anno sul processo, ormai in corso da due anni, di ampliamento del Consiglio di Sicurezza, adattandolo così all'attuale numero di membri dell'Organizzazione.

Il Consiglio fu allargato per l'ultima volta nel 1965, quando i suoi membri furono aumentati da undici, compresi i cinque membri permanenti – Cina, Francia, Russia, Regno Unito e Stati Uniti – a quindici, su un totale, all’epoca, di 118 Stati Membri. Oggi l'ONU ha 192 membri, ma i tentativi compiuti negli ultimi diciotto anni di allargare il Consiglio si sono arenati sulla discussione di quanti seggi addizionali avrebbero dovuto essere creati, se ce ne dovessero essere di permanenti, e quali paesi dovessero godere del potere di veto. Al momento, i dieci membri non permanenti sono eletti per un mandato di due anni e non detengono potere di veto.

« La situazione al momento è abbastanza complessa e spero che durante quest'anno saremo almeno in grado di iniziare dei veri negoziati», ha dichiarato Deiss in una conferenza al Quartiere Generale ONU a New York. Egli ha anche ricordato che l'Ambasciatore afgano Zahir Tanin, coordinatore dei negoziati sulla riforma del Consiglio, ha presentato il mese scorso un rapporto che riassumeva tutte le posizioni dei vari Stati Membri, e presenterà un nuovo resoconto il prossimo marzo, in cui includerà i nuovi input ricevuti.

Il cosiddetto Gruppo dei Quattro – Germania, Brasile, India e Giappone – sono stati considerati come potenziali nuovi membri permanenti, mentre l'Africa chiede anche che due dei suoi paesi possano esserlo.

Mentre le decisioni degli attuali quindici membri del Consiglio sono vincolanti, quelle dei 192 membri dell'Assemblea Generale non lo sono, e pertanto, molti membri hanno anche richiesto che i poteri dell'Assemblea vengano rafforzati.

Descrivendo il programma dell'Assemblea Generale per i prossimi mesi, Deis ha affermato che questo includerà un incontro di Alto Livello su HIV/AIDS (8-10 giugno), una revisione del lavoro dei principali organi dell'ONU e del ruolo dell'Assemblea, un altro incontro di Alto Livello a settembre sulle malattie non trasmissibili, discussioni sul tema della desertificazione, oltre che attività per dar seguito alla Conferenza Mondiale contro il Razzismo del 2001, svoltasi a Durban, in Sud Africa.

Per saperne di piu’:

http://www.un.org/apps/news/story.asp?NewsID=37291&Cr=reform&Cr1=

 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px