Giovedì, 20 Giugno 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

SG ONU- G20 e i poveri

Ban Ki-moon: il G-20 non deve dimenticare i più poveri

al Vertice di Seoul

Le nazioni più ricche del mondo devono tener presente le necessità delle popolazioni più povere e vulnerabili, nei loro piani per il rafforzamento della ripresa economica mondiale. Si tratta di uno dei messaggi chiave del Segretario Generale Ban Ki-Moon, nei confronti del Vertice del G-20, previsto questa settimana a Seoul.

“La ripresa economica dalla crisi resta fragile: 64 milioni di persone sono diventate povere quest’anno. Ovunque, assistiamo a insicurezza economica e ansia circa lo stato dell’occupazione”, ha affermato il Segretario Generale. “Non possiamo permetterci di pensare in modo limitato allo sviluppo ed alla crescita economica”.

Ban Ki-moon ha parlato di fronte al Club di Seoul dei Corrispondenti Esteri, dopo aver incontrato i leader della Repubblica di Corea, che ospita il G-20, il primo in un paese che non appartiene alle otto maggiori economie del mondo (G8). Il Segretario Generale ha enfatizzato l’importanza dello sviluppo e ha ribadito la necessità di mantenere le promesse legate agli Obiettivi del Millennio, per poter andare incontro alle necessità dei più bisognosi. Ha anche enfatizzato il bisogno di compiere investimenti strategici e di canalizzare risorse a tal fine, e di compiere progressi nella lotta al cambio climatico.  “Pagheremo caro ogni ritardo”, ha affermato Ban Ki-moon. “Tramite azioni comuni, apriremo invece le porte alla prosperità, alla creazione d’impiego, alla crescita economica. Preparandoci ad affrontare un futuro più lontano, prospereremo nel presente”. Alle domande sulla crisi valutaria e sugli squilibri commerciali, nonché sulla possibilità che i membri del G-20 raggiungano un accordo su queste tematiche, il Segretario Generale si è detto preoccupato per i possibili risultati, ricordando però che “è necessario che i leader del G-20 restino uniti e coordino le loro politiche. Questo è il tempo per l’unità”.

“Sono fiducioso che in occasione del vertice del G-20 si riuscirà a discutere non solo dell’attuale crisi finanziaria ed economica, ma anche di problematiche legate allo sviluppo e al cambio climatico, nonché agli squilibri commerciali, ridando speranza a molti paesi poveri e vulnerabili”, ha affermato. Ban Ki-moon ha affermato, dinanzi al Presidente coreano Lee Myung-bak, dichiarando che si impegnerà personalmente nel gestire il dibattito su questi punti, discutendone per telefono con vari leader politici.

Durante il suo meeting con il Presidente Lee, il Segretario Generale ha rilevato il ruolo della Repubblica Coreana nel fare da intermediario tra i paesi sviluppati e quelli in via di sviluppo, e ha accolto con soddisfazione l’iniziativa del governo di includere lo sviluppo internazionale nell’agenda del G-20. I due hanno anche affermato che il ruolo del G-20 e quello dell’ONU sono complementari e dovrebbero, dunque, rafforzarsi reciprocamente. Infine sono stati discussi temi concernenti il cambio climatico e la situazione della penisola coreana. Ban Ki-moon ha anche incontrato il Primo Ministro, Kim Hwang-sik, con cui ha conversato su vari punti per una futura collaborazione tra la  Repubblica di Corea e l’ONU, specialmente per quanto riguarda lo sviluppo internazionale e gli Obiettivi del Millennio, nonché della situazione relativa alla sicurezza regionale nell’Asia nord-orientale, della pirateria in Somalia e della sicurezza nucleare.

Per saperne di più:

http://www.un.org/apps/news/story.asp?NewsID=36717&Cr=g20&Cr1=

 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px