Domenica, 21 Aprile 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

ONU- Combattere mortalità infantile e malattie epidemiche in Africa

Le Nazioni Unite incrementano i propri sforzi per ridurre la mortalità infantile e materna e combattere le malattie epidemiche in Africa

Le Nazioni Unite stanno recentemente incrementando i proprio sforzi per la riduzione della mortalità infantile e materna, nonchè per la lotta contro malattie epidemiche, quali il colera e la lesmaniosi virale in Africa.

In Zimbabwe, le Nazioni Unite e la Banca Mondiale hanno erogato $700 milioni per il finanziamento di iniziative volte all’incremento della spesa pubblica per il settore sanitario, nel prossimo triennio. Il piano di investimento, promosso dall’UNICEF, dall’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) e dalla Banca Mondiale, mira a ridurre la mortalità materna del 17%, secondo quanto affermato da Marixie Mercado, portavoce dell’UNICEF a Ginevra. L’iniziativa è stata lanciata per far fronte al peggioramento delle condizioni di salute di madri e bambini in Zimbabwe negli ultimi dieci anni. Circa 100 bambini muoiono, infatti, ogni giorno per cause che potrebbero essere prevenute e circa 35% sono malnutriti. Il piano d’azione intende portare l’investimento pro-capite nel settore della salute pubblica dagli attuali $9 a $44 a persona, come raccomandato dall’OMS.

Le Nazioni Unite sono anche impegnate nella lotta e prevenzione del colera in Chad, dov’è in atto una delle più gravi epidemie degli ultimi dieci anni, causata dalle inondazioni dello scorso luglio. Nell’ultimo mese sono stati registrati circa 2,600 casi di colera, di cui 112 mortali, per un totale di circa 50 casi al giorno. Questi dati rendono necessario un maggiore impegno nel mettere in atto misure volte alla sensibile riduzione di tutte le infezioni intestinali causate da cibo ed acqua contaminati. Il piano d’azione è messo in atto dall’UNICEF, in cooperazione con il Ministero dell’Azione Sociale, il Ministero della Salute e l’OMS, e gode del supporto di diverse organizzazioni non governative nazionali ed internazionali e di istituzioni partner. Le azioni previste includono la donazione di kit anti-colera agli ospedali e l’organizzazione di campagne di sensibilizzazione della popolazione, attraverso messaggi radio, distribuzione di poster e volantini e iniziative porta a porta.

Le Nazioni Unite hanno altresì incrementato l’erogazione di fondi a favore di iniziative per la lotta alla lesmaniosi virale nella regione del Sudan meridionale, dove circa 6,300 casi sono stati registrati nell’ultimo anno. L’OMS ha reso noto che $700,000 sono necessari per combattere le frequenti epidemie nella regione e per fornire farmaci e materiale di laboratorio per la diagnosi della malattia alle strutture sanitarie della regione. Gli attuali interventi sono patrocinati dal Governo spagnolo e dal Dipartimento per l’Aiuto Umanitario della Commissione Europea (ECHO).

Questa malattia tropicale è stata a lungo ignorata nella regione del Sudan meridionale, malgrado il suo tasso di mortalità possa raggiungere anche il 95%, se non trattata tempestivamente. Come dichiarato da Mounir Christo Lado, direttore del dipartimento per il controllo delle malattie endemiche tropicali del Ministero della Salute, le precarie condizioni sanitarie, le inondazioni e la scarsità di strutture ospedaliere in aree molto estese, rendono più difficoltoso il debellamento della malattia.

Per saperne di più:

http://www.un.org/apps/news/story.asp?NewsID=36377&Cr=CHAD&Cr1=

http://www.un.org/apps/news/story.asp?NewsID=36378&Cr=zimbabwe&Cr1=

http://www.un.org/apps/news/story.asp?NewsID=36383&Cr=darfur&Cr1=

 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px