Giovedì, 25 Aprile 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Consiglio di Sicurezza ONU- Missione in Sudan

In seguito alla sua visita in Sudan, il Consiglio di Sicurezza ha ribadito la necessità di un referendum pacifico e puntuale

 

In occasione della visita in Sudan di una sua delegazione, il Consiglio di Sicurezza ha ribadito la necessità che i due referendum, previsti nel paese a gennaio, si svolgano in un’atmosfera pacifica e nel rispetto dell’accordo di pace che sancì la fine della guerra tra nord e sud.

“Siamo qui per ribadire il messaggio e la volontà del Consiglio di dare il proprio sostegno a tutte le parti dell’Accordo di Pace Globale coinvolte nel processo”, ha riferito l’Ambasciatrice USA Susan Rice, a capo della delegazione.

In occasione del referendum, gli abitanti del Sudan meridionale saranno chiamati a votare sulla secessione dal resto del paese, mentre i residenti dell’area centrale di Abyei decideranno se annettersi alla parte nord o sud. Il referendum costituirà la parte finale dell’implementazione dell’Accordo di Pace Globale, che fu firmato, nel 2005, per porre fine a due decenni di guerra tra il governo sudanese, insediato nel nord del paese, e il Movimento Armato di Liberazione dei Popoli del Sudan (SPLM/A), presente nel sud.

L’ONU aveva già precedentemente richiamato la comunità internazionale al rispetto di quelli che saranno gli esiti dei referendum, purchè questi si svolgano secondo i criteri stabiliti.

Secondo la Rice, la responsabilità principale per un’efficace implementazione dell’Accordo di Pace resta nelle mani del governo regionale del Sudan meridionale (GoSS), del governo nazionale di Khartoum e della popolazione sudanese.

Anche il Servizio di polizia del Sudan meridionale (SSPS) rivestirà un ruolo importante nel servizio d’ordine pubblico e nel garantire la sicurezza dei centri dove si voterà.

“L’ONU è ormai un elemento chiave per il suo supporto allo sviluppo del corpo di polizia”, ha detto il Ministro dell’Interno del GoSS, Gier Chuang Aluong. Finora infatti, oltre 11,500 SSPS ufficiali sono stati formati alle procedure di sicurezza e ai regolamenti sui referendum nel territorio del Sudan meridionale, secondo quanto riferito dal Commissario di Polizia della Missione ONU in Sudan (UNMIS).

Per saperne di più:
http://www.un.org/apps/news/story.asp?NewsID=36369&Cr=&Cr1=

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px