Mercoledì, 19 Giugno 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Cordoglio dell'ONU per l'uccisione del personale medico in Afghanistan

Lo Staff delle Nazioni Unite è “scioccato e sconvolto” dall’uccisione del personale medico in Afghanistan

L’intero Staff delle Nazioni Unite in Afghanistan è “scioccato e sconvolto” dall’uccisione di dieci medici nel nord est dello Stato asiatico; la dichiarazione è stata riportata da un ufficiale superiore dell’ONU, che ha richiamato l’attenzione sulla protezione del personale sanitario, in quanto svolge un servizio a salvaguardia della vita.
Le dieci persone uccise il 5 agosto a Badakhshan facevano parte di un gruppo conosciuto come Missione Internazionale di Assistenza, che aveva una sede nella zona da molti anni e noto per l’assistenza sanitaria a villaggi remoti di tutto l’Afghanistan.
“Le Nazioni Unite condannano questo grave crimine e questa esecuzione evidentemente a sangue freddo”, ha dichiarato alla stampa Staffan de Mistura, Rappresentante speciale del Segretario Generale Ban Ki-moon.
“Erano persone giunte in Afganistan o afghani che lavoravano nel proprio Paese per aiutare i più poveri e vulnerabili”.
De Mistura ha sottolineato la necessità che gli operatori sanitari, che devono poter svolgere il proprio lavoro senza temere per la propria incolumità, abbiano accesso a coloro che hanno più bisogno. Secondo la legge internazionale essi devono essere protetti nello svolgimento della loro missione.
“Tutti coloro che sono coinvolti in questo ed altri crimini che hanno come obiettivo gli operatori sanitari devono rispettare il valore della vita umana”, ha affermato de Mistura, esprimendo il suo cordoglio alle famiglie, gli amici e i colleghi delle vittime.

 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px