Domenica, 18 Agosto 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

UNMIN- nuovi reclutamenti

L’ANNUNCIO DI NUOVI RECLUTAMENTI DA PARTE DEGLI ESERCITI NEPALESE E MAOISTA PROVOCA LA PREOCCUPAZIONE DELLE NAZIONI UNITE

La Missione delle Nazioni Unite in Nepal (UNMIN) ha espresso preoccupazione riguardo alla notizia che sia l’esercito nazionale che quello Maoista hanno intenzione di iniziare il reclutamento di nuove leve; ciò costituirebbe una violazione del trattato di pace del 2006, che ha messo fine alla decennale guerra civile in corso nel Paese.

Secondo quanto affermato dalla Missione in Nepal, tale decisione comporterebbe inoltre la violazione dell’accordo sugli armamenti firmato da entrambe le parti. UNMIN è stato creato per supportare il processo di pace in Nepal e tra i suoi compiti annovera il monitoraggio della gestione degli armamenti e del personale armato di entrambi gli eserciti Maoista e nepalese, e inoltre l’assistenza nella supervisione degli accordi sul cessate il fuoco.

“UNMIN rimane dell’opinione che il reclutamento sia da una parte che dall’altra costituisca una rottura dell’Accordo di Pace Generale e dell’Accordo sul Controllo della Gestione delle Armi e degli Eserciti (AMMAA)” ha dichiarato la Missione.

La Missione delle Nazioni Unite in Nepal ha ricordato che l’assunzione di personale, anche per occupare posizioni vacanti, è proibita dall’accordo sulle armi, a meno che non sia concordata tra le parti.

Inoltre, ogni assunzione deve essere vagliata dal Comitato Congiunto di Coordinamento di Monitoraggio (JMCC), organo presieduto da UNMIN che comprende membri dell’esercito nepalese e Maoista ed è incaricato del controllo del rispetto dell’AMMAA.

UNMIN ha inviato una nota al Governo nepalese e al Partito Comunista Unificato del Nepal - Maoista (UCPN-M), intimandoli a “rispettare gli accordi passati e agire in buona fede”.

 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px