Previous  Next
Introduzione
 

Oggi le Nazioni Unite devono affrontare una sfida straordinaria in materia di mantenimento della pace. Il numero di missioni sul campo ha raggiunto livelli record, il dispiegamento di caschi blu è aumentato in misura esponenziale e la necessità di reclutare personale civile specializzato è particolarmente pressante.

All’inizio del secondo semestre del 2004, il Consiglio di Sicurezza si è trovato a dover far fronte alla prospettiva senza precedenti di creare nuove missioni o espandere quelle già esistenti. In quel momento il Dipartimento per le Missioni di Pace (DPKO) gestiva 17 operazioni, di cui 16 missioni di pace e una politica. A questo elenco occorreva aggiungere la possibile missione in Sudan (ndr. la risoluzione 1590 del 24 marzo 2005 ha poi stabilito la Missione in Sudan, UNMIS, col mandato di garantire l’attuazione dell’accordo di pace globale firmato il 9 gennaio 2005 tra il Governo sudanese e il Movimento di liberazione del popolo sudanese).

L’ONU non ha cessato di migliorare la sua capacità di sostenere le missioni in corso e di pianificare nuove operazioni. Tuttavia questo aumento vertiginoso rischia di mettere a dura prova le capacità dell’ONU in tema di mantenimento della pace, che potrà dare una risposta positiva solo se altre ingenti risorse verranno erogate. L’approfondimento che segue, secondo la tecnica di domanda e risposta, presenta una panoramica sulle principali missioni di pace delle Nazioni Unite nel 2004.