Domenica, 20 Aprile 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

MESSAGGIO DEL SEGRETARIO GENERALE IN OCCASIONE DEL XIV ANNIVERSARIO DEL GENOCIDIO IN RUANDA (7 APRILE 2008)

UNRIC/ITA/1188/08


All’inizio dell’anno ho visitato il Memoriale del Genocidio a Kigali. L’esperienza è stata straziante al pari di quella vissuta durante la mia prima visita in Ruanda, e trovarmi in quei luoghi in veste di Segretario Generale delle Nazioni Unite, ha assunto un significato ancora più profondo. E’ stato impossibile passare attraverso quelle sale senza essere emotivamente influenzati, se non scossi nel cuore, da ciò che il popolo ruandese ha passato.
 
In questo XIV Anniversario del genocidio, i miei pensieri sono rivolti ancora una volta alle più di 800,000 vittime innocenti che hanno perso la vita. Possano riposare in pace. Il mio pensiero è indirizzato anche ai sopravvissuti. Possa il loro coraggio e la loro resistenza essere un esempio per tutti noi.


Le Nazioni Unite hanno il dovere morale di agire sull’esempio ruandese. Ecco perchè questa giornata è un incentivo ad aumentare gli sforzi per evitare un altro genocidio. E’ una causa che ho deciso di perseguire durante il mio mandato di Segretario Generale e negli anni a venire. Per questo motivo, ho creato il ruolo di Consigliere Speciale per la Prevenzione del Genocidio e nominato un Consigliere Speciale con la funzione di salvaguardare l’obbligo accettato da tutti gli Stati di agire in modo collettivo, attraverso il Consiglio di Sicurezza, quando un popolo è minacciato dal pericolo di genocidio, di pulizia etnica o di crimini contro l’umanità. Mi impegnerò a collaborare con gli Stati membri affinchè questo principio si traduca in atto.


Sono ugualmente determinato a lavorare per i diritti umani ovunque vi sia la necessità di sostenerli, proteggerli, difenderli, assicurandomi che siano una realtà della vita quotidiana. Quest’anno per celebrare il Sessantesimo Anniversario della Dichiarazione Universale dei Dirittti Umani, le Nazioni Unite stanno promuovendo una campagna mondiale di sensibilizzazione per assicurarsi che tutti i diritti umani siano riconosciuti, compresi e goduti da chiunque e ovunque. Coloro che più necessitano della protezione dei loro diritti sono anche coloro che hanno bisogno di essere informati sull’esistenza della Dichiarazione dei Diritti Umani e sul fatto che questa esiste per loro.


In tutte queste iniziative, ognuno di noi ha un ruolo da svolgere: i governi, i media, la società civile e i singoli individui. Possa la dolorosa memoria del genocidio ruandese dare slancio alla nostra missione.


 


Video della settimana 

Profondamente preoccupato per il deterioramento della situazione della sicurezza nella Repubblica Centrafricana , il Consiglio di Sicurezza ha approvato un'operazione di mantenimento della pace delle Nazioni Unite per proteggere i civili e facilitare l'accesso umanitario nel paese.

Video della settimana 

In occasione della Giornata internazionale della Madre Terra, il Centro Regionale di Informazione delle Nazioni Unite per l'Europa Occidentale, in collaborazione con la  Fondazione Goodplanet,  vi presenta il  progetto “7miliardi di altri”, dei video-messaggi per comunicare paure, sogni, sfide e speranze dei cittadini di tutto il mondo.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner