Martedì, 22 Luglio 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Messaggio del Segretario Generale in occasione della Giornata Mondiale del Diabete, New York, 14 Novembre 2012

Il diabete è una delle malattie non trasmissibili più diffuse. Nel mondo, trecentocinquanta milioni di persone vivono con il diabete, l’ottanta per cento delle quali in Paesi in via di sviluppo. Ogni anno, il numero di malati di diabete aumenta a causa dell’azione concomitante di invecchiamento della popolazione e globalizzazione di stili di vita non salutari.

 A meno che non sia diagnosticato e curato in maniera tempestiva, il diabete può mettere gravemente a rischio la salute. Ogni anno, più di tre milioni di malati di diabete muoiono per complicanze quali infarto, ictus o insufficienza renale. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, le morti legate al diabete aumenteranno di due terzi entro il 2030.

 Il diabete è una questione legata allo sviluppo. I poveri sono sottoposti a tale rischio in maniera sproporzionata e le famiglie colpite spesso diventano ancora più povere. Il diabete sta inoltre mettendo a dura prova i sistemi sanitari nazionali e minaccia di ribaltare risultati positivi raggiunti con fatica nei Paesi a basso e medio reddito, oltre che compromettere gli stessi Obiettivi di Sviluppo del Millennio.

I governi in tutto il mondo stanno compiendo grandi sforzi per proteggere i loro cittadini dai fattori che aumentano il rischio di diabete, tra i quali diete sbilanciate, inattività fisica e abuso di alcool. Inoltre, molti governi vengono messi alla prova nel fornire attività di informazione di base sul diabete, così come trattamenti e assistenza necessaria a chi ne ha più bisogno.

 Nel settembre del 2011, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha riconosciuto il diabete e altre malattie non trasmissibili come una sfida alla salute globale e allo sviluppo, impegnandosi nel rafforzamento della loro prevenzione e del loro controllo. In occasione dell’Assemblea mondiale sulla salute del maggio 2012, i governi hanno stabilito il nuovo obiettivo di ridurre del 25% la mortalità prematura provocata da malattie croniche entro il 2025.

          

Possiamo fare progressi nel raggiungimento di quest’obiettivo sensibilizzando l’opinione pubblica sulla minaccia che il diabete rappresenta. Attività fisica insieme e dieta salutare sono rimedi efficaci che tutti i governi dovrebbero promuovere attivamente. La sanità di base dovrebbe essere rafforzata per diagnosticare e curare il diabete nei suoi stadi iniziali. Le imprese nel settore della salute possono contribuire sviluppando medicine e tecnologie accessibili, come ad esempio soluzioni a basso costo per controllare la glicemia. Le imprese – in particolare quelle che basano i propri profitti sulla vendita di alimenti per l’infanzia - possono impegnarsi a mettere in vendita prodotti più sani e sostenibili.

 In occasione di questa Giornata Mondiale del diabete, impegnamoci quindi ad ampliare i nostri sforzi comuni per prevenire il diabete e migliorare la qualità di vita di quanti ne soffrono, soprattutto i poveri e i disadattati.

 

Video della settimana 

In occasione della Giornata mondiale dell'ambiente, il Centro di Informazione Regionale delle Nazioni Unite per l’Europa Occidentale, in collaborazione con Fabrica,  vi presenta il video degli studenti della Designschule di Monaco di Baviera, prodotto per contribuire alla promozione della protezione dell'ambiente.

Video della settimana 

In occasione della Giornata internazionale per le vittime di tortura, vi presentiamo questo video della campagna #TortureFreeWorld organizzata da Anti-Torture Initiative in collaborazione con Juan E. Méndez, Relatore speciale delle Nazioni Unite sulla tortura.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner