Domenica, 20 Aprile 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Messaggio del Segretario Generale delle Nazioni Unite in occasione della Giornata dei diritti umani, 10 dicembre 2013

La Giornata dei Diritti Umani segna l’anniversario dell’adozione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani da parte dell’Assemblea Generale. Quest’anno, in particolare, si celebrano i vent’anni dal compimento di un passo coraggioso verso la realizzazione di tali diritti: l’adozione della Dichiarazione di Vienna e del Programma d’azione in seno alla Conferenza Mondiale sui Diritti Umani. Avvalendosi del contributo di più di ottocento ONG, istituzioni nazionali, organismi aderenti al trattato e accademici, gli Stati Membri hanno adottato una visione di vasta portata e creato l’Ufficio dell'Alto Commissario per i diritti umani (OHCHR), realizzando così uno dei sogni più ambiti dalla comunità internazionale.

Nel corso dei due decenni di esistenza dell’OHCHR, cinque Alti Commissari si sono succeduti a condurre l’attività delle Nazioni Unite per far avanzare i diritti umani nel mondo. Attraverso un vasto sistema di norme e meccanismi giuridici, l’OHCHR sostiene le vittime, spinge gli Stati ad adempiere ai propri obblighi, supporta gli esperti e gli organismi dei diritti umani, e aiuta gli Stati – grazie alla presenza in sessantuno paesi – a sviluppare la propria capacità di tutela dei diritti umani.

La promozione dei diritti umani è uno degli obiettivi fondamentali delle Nazioni Unite, che l’Organizzazione persegue dalla sua fondazione. Oggi come allora, la chiave del successo è la volontà politica degli Stati Membri. Sono gli Stati, in prima istanza, a dover proteggere i diritti umani e prevenirne le violazioni a livello nazionale, e ad esporsi quando altri Stati falliscono nel loro dovere di adempimento. Ciò non risulta sempre facile, e negli ultimi vent’anni abbiamo assistito a genocidi e molte altre orrende violazioni su vasta scala dei diritti umani e della legge umanitaria.

Il miglioramento del sistema di prevenzione e reazione del sistema ONU alle catastrofi imminenti è al centro di una nuova iniziativa, chiamata “Rights Up Front Action Plan”. Questo Piano mira ad assicurare che il sistema Onu e tutto il personale riconoscano il ruolo centrale che i diritti umani occupano tra le responsabilità collettive dell’Organizzazione. Soprattutto, intende rafforzare la nostra capacità di risposta ad abusi su vasta scala ed evitare che tali situazioni si verifichino, innanzitutto attraverso azione e sensibilizzazione preventive basate sui diritti umani.

In questa Giornata dei Diritti Umani, faccio appello agli Stati affinchè mantengano le promesse fatte alla Conferenza di Vienna. Riaffermo l’impegno di Segretariato, fondi e programmi delle Nazioni Unite, nel rimanere vigili e coraggiosi di fronte alle violazioni dei diritti umani. Infine, rendo omaggio a uno dei più grandi simboli dei diritti umani del nostro tempo: Nelson Mandela, la cui scomparsa ha gettato il mondo nel dolore, ma il cui impegno per dignità umana, giustizia e compassione rimarranno per sempre un’ispirazione per realizzare un mondo che riconosca i diritti umani di tutti.

Video della settimana 

Profondamente preoccupato per il deterioramento della situazione della sicurezza nella Repubblica Centrafricana , il Consiglio di Sicurezza ha approvato un'operazione di mantenimento della pace delle Nazioni Unite per proteggere i civili e facilitare l'accesso umanitario nel paese.

Video della settimana 

In occasione della Giornata internazionale della Madre Terra, il Centro Regionale di Informazione delle Nazioni Unite per l'Europa Occidentale, in collaborazione con la  Fondazione Goodplanet,  vi presenta il  progetto “7miliardi di altri”, dei video-messaggi per comunicare paure, sogni, sfide e speranze dei cittadini di tutto il mondo.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner