Venerdì, 01 Agosto 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

ACCORDO TRA PAM E PROTEZIONE CIVILE ITALIANA: UNA TASK FORCE CONTRO I DISASTRI UMANITARI E AMBIENTALI

ROMA (PAM) -- Da oggi il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite
(PAM) ha uno strumento in più per prevenire e monitorare le grandi catastrofi
umanitarie e intervenire nei disastri naturali.

E' stato, infatti, firmato a Roma, questa mattina, l'accordo che getta le
basi di una nuova collaborazione tra il PAM e il Dipartimento della
Protezione Civile per sviluppare insieme metodologie e strumenti di
intervento nelle emergenze ambientali, la cui frequenza e intensità stanno
aumentando in tutto il mondo. Ad essere più colpite sono le popolazioni dei
paesi in via di sviluppo che subiscono i maggiori danni ambientali e
registrano il più alto numero di morti e  sfollati. Spesso, però, i governi
e la comunità umanitaria non sono in grado di reperire informazioni
dettagliate sulla popolazione colpita se non dopo giorni,  talvolta
settimane, dal verificarsi della calamità, rallentando o rendendo meno
efficaci i primi soccorsi.

Scopo dell'accordo di cooperazione tra il PAM e la Protezione Civile è
sviluppare un insieme di strumenti di "pronta allerta" e di valutazione
quantitativa dei danni alle persone e alle infrastrutture  nonchè delle
implicazioni che tali danni possono avere per le operazioni di soccorso.. La
cooperazione tra le due istituzioni non sarà però limitata ai momenti di
crisi ma si estenderà anche allo scambio continuo di informazioni e dati in
possesso delle due istituzioni.

Nel firmare l'accordo, Jean Jacques Graisse, Direttore Esecutivo Aggiunto
del PAM,  ha sottolineato come questa intesa consolidi la già fruttuosa
cooperazione con il governo italiano:
"Vogliamo rafforzare la nostra capacità di analisi e raccolta dati in modo
da anticipare e meglio intervenire nelle crisi. Le grandi competenze
tecniche della Protezione Civile italiana e la collaborazione che si potrà
stabilire con essa nei paesi di intervento sono strumenti importanti per il
nostro lavoro".


Guido Bertolaso, da molti anni a capo della Protezione Civile ? struttura
intervenuta con successo in alcune delle più acute crisi umanitarie come
quelle in Mozambico, Angola, Sudan, sino allo  tsumani nel Sud-Est Asiatico
e al terremoto a Bam, in Iran ? ha, da parte sua, evidenziato come
"l'incontro tra queste due realtà operative possa rappresentare un modello
di forte impatto per le risposte di emergemza".

La Base di Pronto Intervento Umanitario (UNHRD), gestita a Brindisi dal
Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite, per conto di numerosi
soggetti, già ora rappresenta ?  ha ricordato John Aylieff, a capo del
settore early warning ed emergenze del PAM - un esempio riuscito di
cooperazione con l'Italia.

Nello specifico, l'accordo firmato questa mattina prevede lo scambio di
personale tra le due istituzioni, lo sviluppo di strumenti di early warning
oltre alla creazione di un archivio digitale geospaziale anche in
collegamento con il nuovo Centro ITHACA (Center for Information Technology
for Humanitarian Assistance, Cooperation and Action) istituito presso il
Politecnico di Torino, in collaborazione con il PAM.

Sono previsti anche interventi per rafforzare le reciproche capacità
logistiche nei teatri di intervento umanitario e, in prospettiva, la
partecipazione a comuni progetti di risposta alle emergenze non solo nei
paesi in via di sviluppo ma anche in ambito italiano ed europeo.

                   #                 #                 #

Il  PAM  è  la più grande agenzia umanitaria del mondo. Ogni anno, facciamo
fronte  ai  bisogni  nutrizionali  dei più poveri, sfamando una media di 90
milioni  di  persone,  inclusi 58 milioni di bambini affamati, in almeno 80
paesi poverissimi del pianeta. PAM: sfamiamo chi ha fame.

La Campagna Mondiale per l'Educazione Scolastica
Con soli 15 centesimi di euro al giorno, si può aiutare il PAM a fornire ai
bambini dei paesi poveri un pasto sano a scuola ? un segno di speranza per
un futuro migliore.

Visita il sito web in italiano: www.wfp.it

Per ulteriori informazioni (email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ):
Vichi De Marchi, Portavoce per l'Italia, WFP/Roma, Tel.: +39-06-65132058,
Cell.: +39-3480517605

Giornata Internazionale dell'amicizia

Giornata internazionale dell'amicizia

In occasione della Giornata internazionale dell'amicizia, il Centro di Informazione Regionale delle Nazioni Unite per l’Europa Occidentale, in collaborazione con Good Planet Foundation,  vi presenta il video prodotto per promuovere la fratellanza tra persone, paesi, culture ed individui, sostenendo la pace ed eliminando le barriere tra le comunità sociali.

Video della settimana 

In occasione della Giornata internazionale per le vittime di tortura, vi presentiamo questo video della campagna #TortureFreeWorld organizzata da Anti-Torture Initiative in collaborazione con Juan E. Méndez, Relatore speciale delle Nazioni Unite sulla tortura.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner