Giovedì, 28 Agosto 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

PREOCCUPATO PER LA SCARSITA' ALIMENTARE IN COREA DEL NORD IL PAM CERCA DI AUMENTARE GLI AIUTI

PECHINO --  Il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (PAM),
oggi, ha annunciato che funzionari del governo della Repubblica Democratica
Popolare di Corea  hanno reso noto che il paese deve far fronte a un
deficit alimentare di un milione di tonnellate ed hanno manifestato la
disponibilità a ricevere maggiore assistenza alimentare dal PAM. Il governo
ha comunicato queste informazioni ad un alto funzionario del PAM che si
trovava  nel paese in occasione di una visita di cinque giorni conclusasi
ieri.

"Il Programma Alimentare Mondiale è pronto ad aumentare l'assistenza
alimentare alla popolazione della Corea del Nord", ha dichiarato Tony
Banbury, Direttore del PAM per l'Asia. "I funzionari del governo che ho
incontrato hanno espresso una nuova apertura a ricevere maggiore assistenza
alimentare per la Corea del Nord attraverso il PAM."

Tony Banbury ha visitato il paese dal 22 al 27 marzo per controllare lo
stato delle operazioni del PAM nel paese e la generale situazione di
sicurezza alimentare.  Ha visitato la provincia nord di Phyongan e dodici
siti, progetti del PAM  presso le città di Sinuju e Ryongchan e le contee
di Yonju e Tongrim. I siti visitati dalla delegazione del PAM includono un
orfanotrofio, un centro per bambni, un ospedale pediatrico, una scuola a
tempo pieno, un centro pubblico dove il cibo del PAM viene distribuito a
donne incinte e che allattano, due progetti di di sviluppo comunitario
assistiti dal PAM e due fabbriche alimentari.

Nel corso degli incontri con i funzionari del governo, che si sono svolti a
Phyongyang, Tony Banbury ha posto le questioni dell'attuale sicurezza
alimentare nel paese, dell'attuazione dei progetti del PAM e della futura
assistenza alimentare in un paese che conta 23 milioni di abitanti.

Nonostante i miglioramenti della situazione alimentare in Corea del Nord,
dopo la carestia che colpì il paese nella seconda metà degli anni Novanta,
da un terzo a metà della popolazione combatte una battaglia quotidiana per
sfamarsi. Nel 2006 la situazione alimentare si è nuovamente deteriorata a
causa delle inondazioni di giugno e agosto, che hanno distrutto
coltivazioni cruciali, e delle drastiche riduzioni dell'assistenza
alimentare ricevuta attraverso il PAM e i canali bilaterali.

      "Stiamo perdendo terreno nella lotta contro la fame in Corea del
Nord", ha detto Tony Banbury. "Il minor raccolto dell'anno scorso, a causa
delle inondazione estive e della   consistente riduzione dell'assistenza
internazionale, ha reso milioni  di nord coreani più esposti all'insicurzza
alimentare. Con l'avvicinarsi della stagione del non raccolto la
popolazione soffre sempre di più la fame. E' venuto il momento per il PAM e
i paesi donatori di affrontare questa situazione."

      Gli attuali programmi del PAM di distribuzione del cibo che mirano a
sfamare fino a 1,9 milioni di persone, in particolar modo le fasce più
deboli della popolazione, sono minacciati dalla mancanza di finanziamenti.
Le donazioni per l'operazione avviata l'anno scorso, sono appena il  20 per
cento dei 102 milioni di dollari richiesti. E' quindi  necessario un
immediato aumento dei finanziamenti da parte dei paesi donatori per evitare
un ulteriore deterioramento delle condizioni di sicurezza alimentari per
gli attuali 700.000 beneficiari delle operazioni del PAM, mentre  donazioni
più consistenti consentirebbero al PAM di espandere le proprie operazioni
di assistenza dalle attuali 29 province dove l'agenzia attualmente opera,
alle 50 previste dai programma di aiuti del PAM in Corea del Nord.

      "Sono preoccupato per le condizioni di quanti dovremmo aiutare ma non
riusciamo a farlo a causa della mancanza di risorse e anche per gli altri
milioni di cittadini che necessitano della nostra assistenza e sono
costretti a lottare per potersi sfamare ogni giorno" ha dichiarato Tony
Banbury ." Una maggiore assitenza alimentare del PAM aiuterebbe a fare
fronte ai pressanti bisogni dei bambini e delle donne incinte e che
allattamento. Ma questo sarà possibile solo a fronte di maggiori e
tempestive donazioni."

      Il programmi del PAM si basano sui risultati ottenuti nel corso di
dieci anni di assistenza di emergenza. Razioni di cibo arricchito con
vitamine e sali minerali prodotti a livello locale sono stati distibuiti a
bambini e donne in gravidanza e che allattano. Razioni di cereali vengono
distribuiti alle famiglie attraverso progetti di "cibo in cambio di lavoro"
per la riabilitazione delle infrastrutture agricole e per il recupero dei
terreni coltivabili in ambito comunitario.

      Il PAM, nel corso delle precedenti operazioni, ha consegnato più di
quattro milioni di cibo, pari a 1,7 miliardi di dollari, e assistito fino a
un terzo della popolazione della Corea del Nord, contribuendo a una
significativa riduzione dei tassi di malnutrizione  nell'arco di dieci anni
a partire dal  1995. Nonostante ciò, secondo l'ultima inchiesta sullo stato
della nutrizione condotta su vasta scala da PAM, UNICEF e dal governo,
nell'ottobre 2004, il 37 percento dei bambini è cronicamente malnutrito e
un terzo delle madri è sia malnutrito che anemico.

I donatori delle operazioni del PAM in Corea del Nord, alla data attuale,
includono: Federazione Russa  (5 milioni di $), Svizzera (2,5 milioni di
$), Fondi Multilaterali  (1,8 milioni di $), Cuba (1,7 milion di $
Australia (1,2 milioni di $), Danimarca (883.000 $), Lussemburgo (703.555
$), Germania (658.761 $), Irlanda (636.943 $) e Italia (51.928 $) .


                   #                 #                 #

Il  PAM  è  la più grande agenzia umanitaria del mondo. Ogni anno, facciamo
fronte  ai  bisogni  nutrizionali  dei più poveri, sfamando una media di 90
milioni  di  persone,  inclusi 58 milioni di bambini affamati, in almeno 80
paesi poverissimi del pianeta. PAM: sfamiamo chi ha fame.

La Campagna Mondiale per l'Educazione Scolastica
Con soli 15 centesimi di euro al giorno, si può aiutare il PAM a fornire ai
bambini dei paesi poveri un pasto sano a scuola ? un segno di speranza per
un futuro migliore.

Visita il sito web in italiano: www.wfp.it

Per ulteriori informazioni (email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ):
Vichi De Marchi, Portavoce per l'Italia, WFP/Roma,
Tel.: +39-06-65132058,
Cell.: +39-3480517605
Brenda Barton, Vice Direttore Comunicazione, WFP/Roma,
Tel.: +39-06-65132602,
Cell.: +39-3472582217

Giornata Internazionale dell'amicizia

Giornata internazionale dell'amicizia

In occasione della Giornata internazionale dell'amicizia, il Centro di Informazione Regionale delle Nazioni Unite per l’Europa Occidentale, in collaborazione con Good Planet Foundation,  vi presenta il video prodotto per promuovere la fratellanza tra persone, paesi, culture ed individui, sostenendo la pace ed eliminando le barriere tra le comunità sociali.

Video della settimana 

In occasione della Giornata mondiale umanitaria, il Centro di Informazione Regionale delle Nazioni Unite per l’Europa Occidentale,  vi presenta il video messaggio del Segretario Generale Ban Ki-moon.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner