Giovedì, 23 Ottobre 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

A Budapest l’Ufficio regionale FAO per Europa ed Asia Centrale

Firmato oggi l’accordo anche per l’istituzione di un Centro Servizi Condivisi

FAO   COMUNICATO   STAMPA 07/31 IT
 
Budapest/Roma, 27 marzo 2007 - La FAO ed il governo ungherese hanno firmato oggi un accordo per l’istituzione di due nuovi uffici FAO a Budapest: l’Ufficio regionale per l’Europa e l’Asia Centrale ed il Centro Servizi Condivisi, che si aggiungeranno all’Ufficio subregionale per l’Europa centrale ed orientale, operativo a Budapest sin dal 1996.
 
L’Ufficio regionale FAO per l’Europa e l’Asia Centrale
 
Con la transizione in Europa centrale ed orientale, così come nella Comunità Stati Indipendenti (CSI), da economie pianificate ad economie di mercato agli inizi degli anni ’90, le attività della FAO nella regione hanno assunto maggiore importanza.
 
L’ufficio regionale per l’Europa realizza progetti di sviluppo rurale per la creazione di reddito nei Balcani orientali e fornisce consulenza in materia di politiche agricole e riforma agraria in alcuni paesi della CSI. L’ufficio serve anche da segretariato per tre organi statutari: la Conferenza regionale per l’Europa, la Commissione europea per l’agricoltura ed il Gruppo di lavoro su “La donna e la famiglia nello sviluppo rurale”. Sostiene anche il Sistema Europeo di network di ricerca cooperativa in agricoltura, un’organizzazione quadro per la cooperazione tra istituti di ricerca su alimentazione, agricoltura e fibre.
 
Il nuovo Centro Servizi
 
Il nuovo Centro Servizi svolgerà funzioni amministrative relative all'Europa, al Medio Oriente ed all’Africa in materia di gestione, di politiche delle risorse umane, finanza, viaggi e acquisti. Il trasferimento del Centro a Budapest avverrà in tre fasi tra il 2007 ed il 2009. L’Ungheria fornirà la sede del Centro.
 
Si prevede che al Centro lavoreranno circa 86 esperti ungheresi altamente qualificati. Tra gli altri vantaggi economici gli acquisti fatti localmente oltre le spese per le conferenze.
 
Accordo quadro di partenariato
 
La FAO ed il governo ungherese firmeranno anche un accodo quadro di partenariato secondo il quale l’Ungheria contribuirà alla realizzazione di misure e progetti per la sicurezza igienico sanitaria degli alimenti, per lo sviluppo rurale sostenibile ed il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio. L’Ungheria si impegnerà anche a istituire delle borse di studio per studenti provenienti da paesi in transizione o in via di sviluppo.
 
L’accordo è stato firmato oggi dal Direttore Generale della FAO, Jacques Diouf e dal Ministro dell’Agricoltura e dello sviluppo rurale ungherese, József Gráf.
 
Nel 1996, il processo di decentralizzazione della FAO aveva portato alla creazione dell’Ufficio subregionale per l’Europa Centrale ed orientale a Budapest. Questa proposta di trasferimento e di sede condivisa è un ulteriore sviluppo di quel processo. Si prevede che l’iniziativa contribuirà anche ad un risparmio in termini di costi e ad una maggiore efficienza.
 
 
Per maggiori informazioni:
Luisa Guarneri, Ufficio Stampa FAO
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
(+39) 06 570 56350
(+39) 348 870 5979
 
Notizie dalla FAO online:  http://www.fao.org/newsroom/it/index.html

................................................................................................................................................
 
Radio:  Liliane Kambirigi, Responsabile relazioni con le radio, (+39) 06 570 53223
 
TV:  Bou Downes, Responsabile relazioni con le televisioni, (+39) 06 570 55980 / 53963
 
Foto:  La fototeca della FAO offre immagini di alta qualità gratuitamente. Visitate il sito:  http://www.fao.org/newsroom/en/photo/
 
Questo comunicato stampa è  pubblicato dall’Ufficio Relazioni con i Media dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO, www.fao.org).

Giornata delle Nazioni Unite

Messaggio del Segretario Generale Ban Ki-moon in occasione della Giornata delle Nazioni Unite 2014.

Video della settimana

L'ONU porterà la visione di un mondo libero dalla fame a Expo Milano 2015, attraverso la "Zero Hunger Challenge", dimostrando ai visitatori come sia possibile sconfiggere la fame nel corso della nostra vita, come questo può essere raggiunto solo se lavoriamo insieme e come possono e devono essere parte della soluzione. Ecco il video.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner