Venerdì, 31 Ottobre 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

IL PAM CONDANNA IL SACCHEGGIO DEI DEPOSITI ALIMENTARI NEL CORSO DEI DISORDINI IN GUINEA

CONAKRY, 13 febbraio 2007 - Il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite ha condannato il saccheggio di tre depositi di cibo avvenuto nel corso del week end in Guinea, che ha comportato la perdita dei quasi 450 tonnellate di aiuti alimentari destinati ai programmi di alimentazione scolastica e alle comunità più povere.


Il PAM stima in 350.000 $ il valore delle perdite.


Durante i violenti disordini nella città orientale di Kankan, la scorsa domenica, un deposito del PAM è stato completamente svaligiato. Malviventi del posto hanno rubato 350 tonnellate di riso, legumi, olio per cucinare.
Sono stati sottratti anche piatti, cucchiai e altri attrezzi da cucina.


L'ufficio del PAM a Kankan è stato fatto oggetto anche di lanci di pietre costringendo l'unico rappresentante internazionale dell'agenzia a lasciare il paese e rifugiarsi in Mali.


Ulteriori disordini, che hanno coinvolto gli abitanti del posto, si sono verificati durante il weekend vicino Labé, città situata nella Guinea centrale, causando la perdita di altre 97 tonnellate di cibo custodite nei due depositi di appartenenza dei partner governativi del PAM, a Pita
(sabato) e Dalaba (domenica).


Il cibo saccheggiato era destinato ai bambini beneficiari del programma di alimentazione scolastica del PAM. Ogni anno, oltre 200.000 bambini in Guinea ricevono regolarmente pasti scolastici. Il cibo sottratto era destinato anche ad altre attività non di emergenza, inclusi i progetti 'cibo in cambio di lavoro', i programmi nutrizionali per i bambini piccoli e le loro madri e per le persone affette da HIV/AIDS.


"Questo cibo era per i più poveri tra i poveri della Guinea, è stato rubato da persone senza scrupoli e senza alcun rispetto per gli altri", ha detto il direttore del PAM in Guinea, Philippe Guyon leBuffy.


"A questo punto è difficile sapere quando potremo rifornire nuovamente le scuole e le altre istituzioni che contano sul nostro aiuto alimentare per i loro programmi. Capiamo che nel paese c'è un clima diffuso di frustazione e rabbia, ma azioni come queste non possono che peggiorare la vita dei più poveri", ha aggiunto Guyon leBuffy.


Dopo il saccheggio non è rimasto più cibo immagazzinato a Kankan. Rimangono 500 tonnellate di cibo per le operazioni di aiuto nell'area attorno a Labé e gli stock alimentari destinati ai rifugiati assistiti dal PAM nella Forest Region della Guinea.


La violenza che si sta diffondendo in tutta la Guinea ha obbligato, lo scorso fine settimana, il PAM a sospendere temporaneamente tutte le sue operazioni. Tuttavia la distribuzione di febbraio ai rifugiati della Liberia e della Costa d'Avorio è stata completata.


Il PAM sta monitorando attentamente la situazione, e valuta anche la possibilità che il bisogno di aiuti alimentari aumenti se la situazione dovesse deteriorarsi ulteriormente dato che molta gente sta velocemente perdendo la propria capacità di aver reddito a causa di scioperi e proteste.


                   #                 #                 #


Il  PAM  è  la più grande agenzia umanitaria del mondo. Ogni anno, facciamo fronte  ai  bisogni  nutrizionali  dei più poveri, sfamando una media di 90 milioni  di  persone,  inclusi 58 milioni di bambini affamati, in almeno 80 paesi poverissimi del pianeta. PAM: sfamiamo chi ha fame.


La Campagna Mondiale per l'Educazione Scolastica Con soli 15 centesimi di euro al giorno, si può aiutare il PAM a fornire ai bambini dei paesi poveri un pasto sano a scuola ? un segno di speranza per un futuro migliore.


Visita il sito web in italiano: www.wfp.it


Per ulteriori informazioni (email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ):
Vichi De Marchi, Portavoce per l'Italia, WFP/Roma, Tel.: +39-06-65132058,
Cell.: +39-3480517605
Brenda Barton, Vice Direttore Comunicazione, WFP/Roma, Tel.: +39- 06-65132602, Cell.: +39-3472582217


Giornata delle Nazioni Unite

Messaggio del Segretario Generale Ban Ki-moon in occasione della Giornata delle Nazioni Unite 2014.

Video della settimana

L'ONU porterà la visione di un mondo libero dalla fame a Expo Milano 2015, attraverso la "Zero Hunger Challenge", dimostrando ai visitatori come sia possibile sconfiggere la fame nel corso della nostra vita, come questo può essere raggiunto solo se lavoriamo insieme e come possono e devono essere parte della soluzione. Ecco il video.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner