Sabato, 30 Agosto 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

AIDS: l’epidemia si aggrava nelle zone rurali (FAO)

La FAO all’opera su più fronti

FAO   COMUNICATO   STAMPA 06/139i
 
Roma, 1 Dicembre 2006 – Nonostante in alcuni paesi il tasso di diffusione dell’HIV stia migliorando, l’epidemia di AIDS continua ad espandersi nelle zone rurali dei paesi in via di sviluppo, dove il 70 per cento della popolazione dipende dall’agricoltura per la propria sopravvivenza e dove la diffusione della malattia aggrava la già precaria situazione di povertà e vulnerabilità, ha affermato la FAO in occasione della Giornata Mondiale sull’AIDS.
 
“L’epidemia ha effetti devastanti sulle popolazioni rurali dei paesi in via di sviluppo. La perdita di forza lavoro agricola in paesi dove la maggioranza della popolazione vive in zone rurali, non potrà non avere pesanti ricadute sulla produttività, sulla produzione di cibo, sulla sicurezza alimentare e sulla povertà per decenni a venire”, ha dichiarato Marcela Villarreal, Direttrice della Divisione FAO Pari Opportunità e Popolazione.
 
“Perfino in paesi dove gli anti-retrovirali cominciano ad essere reperibili, è poco probabile che questi trattamenti possano essere disponibili per un gran numero di persone delle zone rurali povere. Compromettendo la produzione alimentare l’epidemia aggrava anche il perverso meccanismo di fame e povertà”, ha aggiunto la dott.sa Villarreal.
 
Per cercare di affrontare queste complesse questioni la FAO ha adottato una strategia di lotta alla malattia su più fronti.
 
L’agenzia assiste i paesi nell’elaborazione e nell’applicazione di politiche e di strategie mirate specificatamente a prevenire e mitigare gli effetti disastrosi dell’epidemia sui nuclei familiari rurali poveri.
 
Per cercar di far fronte al problema della mancanza di forza lavoro causata dalle morti premature per AIDS, la FAO ha introdotto tecnologie che non hanno bisogno di eccessiva manodopera. Inoltre, l’agenzia ONU ha istituito scuole d’avviamento professionale per gli orfani di AIDS dove i ragazzi imparano a lavorare la terra ed apprendono conoscenze in materia agricola che altrimenti, con la morte dei genitori, sarebbero andate perdute.
 
La FAO ha anche lanciato programmi per l’alimentazione e la nutrizione con lo scopo di migliorare il sistema immunitario delle persone malate o siero positive ed evitare malattie ed infezioni collaterali. La FAO assiste anche i paesi a promuovere la parità uomo-donna specialmente l’accesso alla terra ed alle risorse produttive.
 
In Zimbabwe
 
In Zimbabwe, la FAO aiuta il governo nello sviluppo e nella realizzazione di specifiche politiche agricole. Questo impegno è culminato nel Agricultural Sector Strategy on HIV/AIDS, un piano nazionale quinquennale, lanciato di recente, che per la prima volta affronta la connessione AIDS-settore rurale.
 
Il piano comprende un sistema informativo di gestione agricola che assicura il monitoraggio dei casi e la disponibilità di servizi sanitari a livello rurale. Prevede anche la possibilità di fare una valutazione accurata del costo dell'HIV e dell'AIDS sulle comunità rurali ed un’analisi della vulnerabilità all’epidemia delle famiglie rurali.
 
Questi interventi sostenuti dalla FAO costituiscono dei passi avanti decisivi verso una risposta nazionale efficace e coordinata all’epidemia.
 
 
Per maggiori informazioni:
Luisa Guarneri, Ufficio Stampa FAO
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
(+39) 06 570 56350
(+39) 348 870 5979
 
Notizie dalla FAO online:  http://www.fao.org/newsroom/it/index.html

................................................................................................................................................
 
Radio:  Liliane Kambirigi, Responsabile relazioni con le radio, (+39) 06 570 53223
 
TV:  Pina Del Lama, Responsabile relazioni con le televisioni, (+39) 06 570 56515 / 53963
 
Foto:  La fototeca della FAO offre immagini di alta qualità gratuitamente. Visitate il sito:  http://www.fao.org/newsroom/en/photo/
 
Questo comunicato stampa è  pubblicato dall’Ufficio Relazioni con i Media dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO, www.fao.org).

Giornata Internazionale dell'amicizia

Giornata internazionale dell'amicizia

In occasione della Giornata internazionale dell'amicizia, il Centro di Informazione Regionale delle Nazioni Unite per l’Europa Occidentale, in collaborazione con Good Planet Foundation,  vi presenta il video prodotto per promuovere la fratellanza tra persone, paesi, culture ed individui, sostenendo la pace ed eliminando le barriere tra le comunità sociali.

Video della settimana 

In occasione della Giornata mondiale umanitaria, il Centro di Informazione Regionale delle Nazioni Unite per l’Europa Occidentale,  vi presenta il video messaggio del Segretario Generale Ban Ki-moon.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner