Domenica, 21 Dicembre 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

La nuova campagna guidata dal Premio Nobel per la Pace Yunus si impegna a erogare microprestiti a milioni di poveri delle aree rurali

Numero di rilascio: IFAD/40/06

Roma, 9 novembre 2006 – Più di 2000 delegati provenienti da oltre 100 paesi sono attesi domenica a Halifax, Nuova Scozia, Canada, dove verrà lanciata la seconda fase della Campagna del Vertice sul Microcredito e si cercherà di garantire l'erogazione di crediti e altri servizi finanziari a 175 milioni di famiglie tra le più povere del mondo entro la fine del 2015.

"I servizi finanziari fondamentali, come i crediti, i risparmi e le assicurazioni, possono offrire grandi opportunità economiche ai poveri delle aree rurali e ridurre la loro vulnerabilità a eventi come i disastri naturali o la fluttuazione dei prezzi di mercato" ha dichiarato il presidente dell'IFAD, Lennart Båge, che condurrà uno dei dibattiti del Vertice.

"Questi servizi sono particolarmente importanti nelle aree rurali dei paesi in via di sviluppo dove vivono 800 milioni di indigenti" ha detto Båge.

Il nuovo Premio Nobel per la Pace Mohammed Yunus riveste un ruolo di primo piano nella campagna ed è atteso al vertice mondiale che durerà quattro giorni. Fondatore della Grameen Bank in Bangladesh, Yunus lavora per dare piccoli prestiti a milioni di poveri sin dal 1976.

I microfinanziamenti si sono dimostrati particolarmente efficaci nei confronti delle donne che spesso costituiscono la maggioranza dei clienti delle istituzioni microfinanziarie e si sono rivelate le più affidabili dal punto di vista creditizio. Dalle ricerche fin qui condotte è emerso che le donne investono i propri guadagni nell'istruzione dei figli e nella salute e alimentazione delle famiglie.

L'IFAD è orgogliosa di essere stata una delle prime agenzie delle Nazioni Unite a sostenere l'iniziativa apparentemente utopistica di Yunus a favore dei poveri delle aree rurali. Ha erogato fondi alla Grameen Bank nella sua fase iniziale dal 1981 al 1985.

L'IFAD collabora con diverse istituzioni e organizzazioni, comprese associazioni di credito e prestito gestite a livello comunitario, organizzazioni non governative, cooperative di credito e banche tradizionali, per facilitare l'accesso dei poveri delle aree rurali ai servizi microfinanziari. Inoltre promuove la diffusione di una vasta gamma di servizi e prodotti finanziari che riguardano il risparmio, le assicurazioni, le rimesse degli emigrati o i trasferimenti di denaro.

I fondi riservati dall'IFAD al finanziamento del settore rurale ammontano attualmente a 730 milioni di dollari.

Tra le iniziative dell'IFAD nel campo della finanza rurale vi sono:


  • Rimesse degli emigrati. L'IFAD, l'Unione Europea e il consorzio "Consultative Group to Assist the Poor" hanno recentemente lanciato un servizio di finanziamento da 5 milioni di dollari per sostenere approcci innovativi che facilitino l'accesso alle rimesse nelle aree rurali e aumentino l'efficacia dei miliardi di dollari inviati a casa ogni anno dai lavoratori emigrati.

  • Monitoraggio della trasparenza e dell'efficacia. L'IFAD sta studiando nuovi metodi per aumentare la trasparenza della documentazione dei risultati ottenuti prodotta dalle istituzioni microfinanziarie, anche di quelli a livello sociale, monitorando se e come le istituzioni microfinanziarie raggiungono gli obiettivi sociali prefissi.

  • Microassicurazioni. Nel 2007 l'IFAD collaborerà con compagnie di assicurazioni private e con istituzioni microfinanziarie per ideare e sperimentare prodotti microfinanziari che siano più rispondenti alle esigenze dei poveri delle aree rurali.



L'IFAD è un'agenzia specializzata delle Nazioni Unite con il mandato di eliminare la povertà rurale nei paesi in via di sviluppo. Attraverso donazioni e prestiti agevolati, l'IFAD promuove e finanzia progetti che mettano i poveri delle aree rurali in condizione di sconfiggere la povertà. Attualmente sono in corso di realizzazione 188 programmi e progetti sostenuti dall’IFAD, mirati a combattere la povertà rurale, per un impegno finanziario complessivo pari a 6,3 miliardi di dollari. L'IFAD ha investito quasi 3 miliardi di dollari in queste iniziative. Cofinanziatori di tali programmi e progetti sono governi, beneficiari, donatori bilaterali e multilaterali e altri partner. Una volta attuati interamente, questi programmi aiuteranno circa 85 milioni di donne e uomini poveri che vivono nelle aree rurali a migliorare le proprie condizioni di vita e quelle delle loro famiglie. Dal 1978, l'anno in cui ha iniziato la propria attività, l'IFAD ha investito 9,2 miliardi di dollari in 716 programmi e progetti che hanno aiutato circa 301 milioni di donne e uomini poveri delle aree rurali. I governi e le altre fonti di finanziamento nei paesi destinatari, compresi i partecipanti ai progetti, hanno contribuito per quasi 8,9 miliardi di dollari, mentre i vari donatori hanno partecipato al cofinanziamento con altri 7 miliardi.

 
Per ulteriori informazioni, rivolgersi a:
Farhana Haque-Rahman
Responsabile dell'Ufficio Rapporti con la Stampa, Eventi e Programmi Speciali
Tel.: +390654592485/2215
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Giornata Internazionale dei Migranti

In occasione della Giornata Internazionale dei Migranti, 18 Dicembre 2014, UNRIC in collaborazione con "7 miliardi di Altri" vi presenta il seguente video. 

Giornata dei Diritti Umani

Ecco il video messaggio dal Segretario Generale delle Nazioni Unite in occasione della Giornata dei Diritti Umani, 10 Dicembre 2014. 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner