Giovedì, 05 Marzo 2015
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

La lotta all'HIV/AIDS in primo piano nella Giornata nazionale dell'infanzia 2006

Roma, 16 novembre 2006 - «I bambini sono il volto invisibile dell'AIDS, e la pandemia mette a rischio i diritti fondamentali di milioni di bambini nel mondo»: questo è il messaggio che il Presidente dell'UNICEF Italia Antonio Sclavi lancia attraverso la campagna "Uniti per i bambini, Uniti contro l'AIDS", in occasione del 20 novembre, "Giornata nazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza" e anniversario della approvazione, da parte delle Nazioni Unite, della Convenzione sui diritti dell'infanzia.


La "Giornata nazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza" sarà celebrata ufficialmente al Senato della Repubblica, su iniziativa della Commissione parlamentare per l'infanzia, alla presenza del Presidente del Senato, della vice Presidente della Camera e del Presidente del Consiglio.
 
Interverrà il Presidente dell'UNICEF Italia, Antonio Sclavi, per ricordare i diritti ancora negati a troppi bambini nel mondo, anche a causa dell'AIDS.
 
Molte le altre iniziative collegate alla campagna UNICEF: dal mondo del calcio, che dedica le giornate del 18 e 19 novembre, negli stadi di serie A e B, alla campagna "Uniti per i bambini, Uniti contro l'AIDS", al mondo del teatro, fino all'iniziativa di RAI 3 "Rai 3 con l'UNICEF per i diritti dei bambini", con la messa in onda il 20 novembre di vari speciali.
 
Bambini e AIDS: diritti negati



Quest'anno l'UNICEF Italia dedica la Giornata del 20 novembre proprio ai "bambini invisibili" ai quali l'HIV/AIDS nega i più elementari diritti, dalla vita alla salute, dalla famiglia alla scuola.
 
L'AIDS è al centro dell'attenzione internazionale da più di venti anni ma l'impatto che ha sulla vita dei bambini non è stato ancora preso nella dovuta considerazione. Ormai sotto controllo nei paesi ad alto reddito, pur con tutti i rischi di una recrudescenza, l'HIV/AIDS continua a diffondersi nell'Africa sub-sahariana ma anche in Asia e nell'Europa dell'Est.


«Ogni minuto un bambino muore per cause collegate all'AIDS» ha ricordato il Presidente dell'UNICEF Italia Antonio Sclavi.
 
«Ogni anno 600.000 bambini contraggono l'HIV e 380.000 muoiono a causa dell'AIDS. Tuttavia, nella maggior parte dei paesi colpiti dalla malattia, meno di un bambino su dieci rimasto orfano a causa dell'HIV/AIDS riceve assistenza pubblica, meno di una donna incinta sieropositiva su dieci ha accesso ai servizi sanitari necessari a prevenire la trasmissione dell'HIV al nascituro e nemmeno un bambino sieropositivo su venti ha accesso alle cure pediatriche. Nel mondo sono più di 2 milioni i bambini sieropositivi e 15,2 milioni gli orfani che hanno perso almeno un genitore a causa dell'HIV/AIDS».
 
La pandemia dell'AIDS sta vanificando decadi di progressi per l'infanzia, e se la comunità internazionale tarderà ancora a rendersi conto dell'impatto devastante che l'AIDS ha sui bambini, il futuro di intere generazioni sarà a rischio. E' arrivato il momento di mettere i bambini al centro dell'agenda internazionale relativa all'HIV/AIDS, per liberare le future generazioni da questa minaccia e per raggiungere gli "Obiettivi di Sviluppo del Millennio" stabiliti dalle Nazioni Unite.


La Campagna "Uniti per i bambini, Uniti contro l'AIDS" in Italia fa pressione sul governo per il puntuale adempimento agli obblighi internazionali in materia di HIV/AIDS e per l'assegnazione di maggiori risorse alla prevenzione e cura dell'AIDS pediatrico nei Paesi in via di sviluppo, chiede un maggior impegno per la ricerca e per garantire l'accesso ai farmaci e promuove la partecipazione degli adolescenti per sensibilizzarli e informarli sul problema dell'HIV/AIDS.
 
L'UNICEF Italia lancia un appello a tutti per il raggiungimento di questi obiettivi. Società civile, governi, ONG, imprese e privati cittadini devono unirsi per dare una speranza a tutti i bambini minacciati dall'HIV/AIDS.  


FONTE: http://www.unicef.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/2746


 


Secretary General's message for International Women's Day

Ecco il video-messaggio di Ban Ki-moon in occasione della Giornata Internazionale della Donna 2015.

70 Years Strong UN. Better World

Ecco il video che celebra i 70 anni delle Nazioni Unite.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner