Sabato, 29 Novembre 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Tracciabilità e certificazione etica delle pietre preziose incontro internazionale a Torino.


Nazioni Unite, paesi, privato e società civile si incontrano a Torino

Tracciabilità e certificazione etica delle pietre preziose colorate, è questo il tema che si è
discusso a Torino durante l’incontro organizzato dall'Istituto Interregionale delle Nazioni Unite per
la Ricerca sul Crimine e la Giustizia (UNICRI) in cooperazione con l'Istituto di Giustizia
Internazionale di Vienna e l'Associazione Internazionale delle pietre preziose.
All'incontro hanno partecipato esperti e rappresentanti dei paesi e del settore privato provenienti
da Austria, Belgio, Brasile, Canada, Cina, Colombia, Francia, Kenya, Mozambico, Sudafrica, Sri
Lanka, Svizzera, Tanzania e Russia.
Il mercato delle pietre preziose colorate a livello mondiale si aggira attorno ai 10-12 miliardi di
dollari l'anno, mentre l'80% della produzione deriva da miniere non regolate di piccola estensione.
La catena di distribuzione dalle miniere ai mercati è estremamente frammentata e poco
trasparente. Il valore e la facilità di trasporto delle pietre preziose produce opportunità redditizie
per la criminalità organizzata che gestisce le pratiche fraudolente.
Il progetto discusso durante l’incontro mira a creare un nuovo strumento nella forma di un
certificato di origine e di un sistema di tracciabilità per le pietre preziose colorate, che si basi sul
miglioramento delle condizioni ambientali, sociali e di governance lungo la catena che va dalle
miniere ai mercati.
Il prupposto sul quale si fonda questa iniziativa è che la crescita dell'industria delle pietre
prezioze colorate debba essere sostenuta da una migliore governance e da pratiche virtuose
degli attori coinvolti nel far fronte ai rischi e agli abusi che possono essere correlati a questo
settore. Rischi e abusi che riguardano la sicurezza e che includono traffici illeciti, frodi, furti,
riciclaggio di denaro, crimini ambientali, distruzione dell’ecosistema, condizioni di lavoro
inaccettabili e rischiose.
Thomas Stelzer, Assistente del Segretariato-Generale delle Nazioni Unite per il Coordimaneto
delle Politiche e gli Affari Interagenzia del Dipartimento degli Affari Economici e Sociali (DESA),
ha sottolineato
l'importanza del progetto che crea una sinergia tra le Nazioni Unite, i paesi coinvolti, il settore
privato e la società civile.
Jonathan Lucas, Direttore dell'UNICRI, afferma che l'obiettivo finale del progetto è quello di
fornire ai governi ed al settore privato un nuovo cruciale strumento e meccanismo per
promuovere una governance virtuosa, migliorare le pratiche di attori chiave nell'affrontare
le differenti minacce e promuovere misure etiche e lo sviluppo
sostenibile del settore delle pietre preziose colorate.

Per saperne di più clicca qui

 

In questa Giornata Internazionale per la Tolleranza ,16 Novembre 2014, il Progetto '7 Miliardi di Altri' vi propone il video seguente.

Video della settimana

Ecco il video presentato da "Momentum for Change" su iniziativa dell' UNEP intitolato "Climate Heroes: Stories of Change".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner