Martedì, 29 Luglio 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

IL GRUPPO ONU DI AZIONE ANTIMINE

Quattordici dipartimenti,programmi, agenzie e fondi ONU costituiscono quello che è noto come il Gruppo di azione antimine delle Nazioni Unite. A unire questi attori è la comune visione di un mondo libero dalle minacce di mine e ordigni bellici inesplosi, in cui gli individui e le comunità vivano in un ambiente sicuro che possa promuovere lo sviluppo ed all’interno del quale i bisogni e le necessità delle vittime siano ascoltati e risolti. Ciascuna organizzazione è coinvolta nell’azione antimine a diversi livelli, secondo il proprio mandato, area di competenza e vantaggio comparato.


 UN Department of Peacekeeping Operations (DPKO)
 UNITED NATIONS, 37TH FLOOR, NEW YORK, NY USA 10017
 WWW.UN.ORG/DEPTS/DPKO
 TEL. (+1 917) 367-5044
 E-MAIL: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
           
Il DPKO, il Dipartimento ONU per le operazioni di pace, è l’organizzazione cardine del Gruppo. Il Vice Segretario Generale per le Operazioni di Pace presiede il Gruppo di coordinamento inter-agenzie sull’attività antimine, che comprende i rappresentanti delle quattordici entità che formano il Gruppo di azione antimine ONU. Il DPKO integra l’azione antimine all’interno di specifiche operazioni di peacekeeping in ausilio allo schieramento di truppe.  

UNITED NATIONS MINE ACTION SERVICE (UNMAS)
TWO UNITED NATIONS PLAZA, 6TH FLOOR, NEW YORK, NY USA 10017, USA
WWW.MINEACTION.ORG
TEL: (+ 1 212) 963-4710
FAX: (+ 1 212) 963-2498
E-MAIL: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

L’UNMAS è all’interno del DPKO ed è il punto di riferimento per quanto riguarda l’azione antimine nel sistema ONU. E’ il responsabile nel garantire una reazione coordinata all’interno dell’ONU nell’azione contro le mine antiuomo e gli ordigni bellici inesplosi, attraverso la collaborazione con gli altri membri del Gruppo. Nel contesto di operazioni di pace e situazioni di emergenza, l’UNMAS istituisce e gestisce dei centri ONU di coordinamento in materia di attività contro le mine nei paesi coinvolti, pianifica e dirige le operazioni, mobilita le risorse e stabilisce le priorità.       

United Nations Office of Disarmament Affairs (ODA)
United Nations, Room S-3170, New York, NY 10017, USA
disarmament.un.org/
Tel: (+ 1 212) 963-7000; Fax: (+1 212) 963-1121
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

L’ ODA assiste il Segretario Generale su ciò che è connesso al Trattato per la Messa al Bando delle Mine Antiuomo e alla Convenzione su certe armi convenzionali. L’ ODA promuove la partecipazione globale in accordi quadro internazionali su mine terrestri e ordigni bellici inesplosi ed assiste i paesi nell’adempimento degli obblighi derivanti dai trattati. L’ODA considera l’azione antimine un’attività cardine in materia di disarmo. 

United Nations Development Programme (UNDP)
Mine Action Team
One United Nations Plaza, 20th Floor, New York, NY 10017, USA
www.undp.org/cpr/we_do/mine_action.shtml
Tel: (+1 212) 906-5268; Fax: (+1 212) 906-5379
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Attraverso i suoi uffici sul territorio ed il suo Ufficio di New York per la Prevenzione delle crisi e Recupero all’interno del Gruppo di azione antimine, UNDP assiste i paesi in cui si riscontra la presenza di mine, creando o rafforzando programmi antimine a livello locale e nazionale. In alcuni casi UNDP, su richiesta delle autorità locali, gestisce alcuni dei programmi antimine, mentre in altre occasioni può intraprendere programmi specifici. Considerando che mine e ordigni bellici inesplosi rappresentano un ostacolo allo sviluppo sostenibile, UNDP include i programmi di azione antimine all’interno dei suoi principali programmi di sviluppo.

United Nations Children’s Fund (UNICEF)

Landmines and Small Arms Team
UNICEF House, New York, NY 10017, USA
http://www.unicef.org/emerg/index_landmines.html
Tel: (+1 212) 326-7378
Fax: (+1 212) 326-7037
E-Mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Il mandato UNICEF comprende la tutela e la promozione dei diritti dei bambini vittime dei conflitti armati. In stretta collaborazione con i governi locali, con altre agenzie e fondi ONU, e con organizzazioni internazionali,regionali e non governative, l’UNICEF sostiene la diffusione e lo sviluppo dell’informazione e l’istruzione sui rischi connessi alle mine e progetti di assistenza alle vittime, cosi come pure promuove l’adesione globale al Trattato per la Messa al Bando delle Mine Antiuomo.

United Nations Office for Project Services (UNOPS)
Mine Action Unit, The Chrysler Building, 405 Lexington Avenue, New York, NY 10174, USA
www.unops.org
Tel: (+1 212) 457-1742
Fax: (+ 1 212) 457-4001
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

UNOPS, in collaborazione con UNMAS, UNDP, UNICEF ed altri, è uno dei principali fornitori di servizi nelle azioni antimine, mettendo a disposizione l’amministrazione ed i servizi logistici per i progetti e programmi gestiti o finanziati dall’ ONU, da istituzioni finanziare internazionali, banche di sviluppo regionale e sub-regionale, o governi ospitanti. Tra i servizi che UNOPS fornisce figurano la selezione e il reclutamento di esperti tecnici internazionali e personale nazionale, l’approvvigionamento di beni e forza lavoro e la gestione dei contratti di appalto per i servizi connessi all’azione antimine.

Altri membri del Gruppo di azione antimine ONU:


FAO: coinvolta nell’azione antimine laddove il suo operato e i suoi sforzi di riabilitazione sono compromessi dalle mine terrestri ed ordigni bellici inesplosi.

Office for the Coordination of Humanitarian Affairs: OCHA condivide le informazioni con tutte le altre organizzazioni circa l’impatto umanitario delle mine terrestri e lavora con UNMAS sulla mbilitazione delle risorse. OCHA gestisce il Fondo di Rotazione per le Emergenze (CERF)  e coordina il “Consolidated Appeal Process”; entrambi procurano e mobilitano risorse finanziarie nell’azione antimine.

Office of the Special Adviser to the Secretary-General on Gender Issues and Advancement of Women: OSAGI sviluppa nuove strategie e programmi per promuovere la parità di genere e una maggiore affermazione del ruolo delle donne in tutti i settori, tra i quali l’azione antimine. Il ruolo di OSAGI si sviluppa principalmente nei settori dei gruppi di pressione e di supporto politico nell’ambito del lavoro delle Nazioni Unite in favore della parità dei sessi.
 
UN High Commissioner for Human Rights: OHCHR non ha nessun mandato specifico nel campo dell’azione antimine, ma attua una serie di progetti in materia. UHCHR, ad esempio, scende in campo nella tutela dei diritti delle persone diversamente abili, tra le quali le vittime di mine antiuomo o ordigni bellici inesplosi.

Office of the United Nations High Commissioner for Refugees: UNHCR si occupa di proteggere i rifugiati dal pericolo delle mine antiuomo. UNHCR spesso collabora da vicino con l’UNICEF per incrementare i programmi in favore di una maggiore consapevolezza dei pericoli connessi alle mine, soprattutto nei campi profughi.
  
World Food Programme: WFP sostiene l’azione antimine nei casi in cui le mine terrestri e gli ordigni bellici inesplosi intralcino il trasporto di generi alimentari in situazioni di emergenza.

World Health Organisation: WHO sviluppa parametri e metodologie per assistere le vittime di mine territoriali e ordigni bellici inesplosi. Lavora in collaborazione con i ministeri della sanità dei paesi colpiti e coopera con l’UNICEF e la Communita’ Internazionale della Croce Rossa.  

World Bank: La Banca Mondiale aiuta ad indirizzare le conseguenze di lungo termine dell’azione di mine e ordigni bellici inesplosi sullo sviluppo economico e sociale. Ricopre anche un ruolo fondamentale nella mobilitazione delle risorse.
  

Giornata Internazionale dell'amicizia

Giornata internazionale dell'amicizia

In occasione della Giornata mondiale dell'amicizia, il Centro di Informazione Regionale delle Nazioni Unite per l’Europa Occidentale, in collaborazione con Good Planet Foundation,  vi presenta il video prodotto per promuovere la fratellanza tra persone, paesi, culture ed individui, sostenendo la pace ed eliminando le barriere tra le comunità sociali.

Video della settimana 

In occasione della Giornata internazionale per le vittime di tortura, vi presentiamo questo video della campagna #TortureFreeWorld organizzata da Anti-Torture Initiative in collaborazione con Juan E. Méndez, Relatore speciale delle Nazioni Unite sulla tortura.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner