Sabato, 29 Novembre 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

MESSAGGIO DEL SEGRETARIO GENERALE IN OCCASIONE DELLA PRIMA SETTIMANA DELLE NAZIONI UNITE SULLA SICUREZZA STRADALE 23-29 aprile 2007

Questa prima settimana delle Nazioni Unite per la Sicurezza Stradale Mondiale – dedicata ai giovani automobilisti – è un punto di partenza per migliorare la sicurezza di milioni di giovani che ogni giorno viaggiano per le strade.


A partire dalla Giornata Mondiale della Salute del 2004 e dai successivi dibattiti dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, i governi e i loro partner hanno dedicato una sempre maggiore attenzione al problema della sicurezza stradale. Ma i progressi da compiere sono ancora numerosi. Gli incidenti stradali uccidono circa 1,2 milioni di persone all’anno in tutto il mondo, e provocano diversi milioni di feriti. Essi costituiscono la prima causa di decesso per i giovani dai 10 ai 24 anni, determinando inoltre effetti devastanti su famiglie e comunità.


Le morti e le lesioni causate dagli incidenti stradali gravano pesantemente sul sistema sanitario di un paese e sull’economia nazionale in generale. Nelle regioni in cui i giovani costituiscono la maggioranza della popolazione, il problema è anche più sentito. In media, ai paesi aventi un reddito medio o basso, le lesioni da incidenti stradali costano più dell’un per cento del Prodotto Nazionale Lordo. Per tutte queste ragioni, esse rappresentano un ostacolo allo sviluppo.


Fortunatamente, vi è un sempre maggiore riconoscimento del fatto che sia possibile prevenire gli incidenti stradali. Vari paesi hanno dimostrato che, adottando provvedimenti sulla guida in stato di ubriachezza, sull’uso del casco e delle cinture di sicurezza, sulla visibilità di pedoni, ciclisti e motociclisti, è possibile salvare un numero significativo di vite e di risorse. Le Nazioni Unite considerano tali temi come delle priorità.


Dal momento che le misure di prevenzione richiedono una volontà politica e investimenti finanziari, le decisioni volte a incentivare la sicurezza stradale devono essere prese ai più alti livelli governativi. Oltre ai ministri dei trasporti, della salute e dell’istruzione, molti altri attori hanno un ruolo importante da giocare: i genitori e i tutori, gli educatori, le associazioni di automobilisti, gli assicuratori e i fabbricatori di veicoli, le celebrità e i media, i  sopravvissuti a incidenti stradali e le loro famiglie.


La sicurezza stradale non accadrà alla stregua di un incidente. Attraverso l’Assembla Mondiale della Gioventù per la Sicurezza Stradale – l’evento mondiale chiave della Settimana delle Nazioni Unite per la Sicurezza Stradale – e centinaia di altre iniziative organizzate in tutto il mondo, l’Organizzazione Mondiale per la Sanità, le Commissioni Regionali delle Nazioni Unite e i rispettivi partner stanno dando una voce ai giovani. Ascoltiamo i loro suggerimenti. E miglioriamo la sicurezza sulle strade, nel loro e nel nostro interesse.


In questa Giornata Internazionale per la Tolleranza ,16 Novembre 2014, il Progetto '7 Miliardi di Altri' vi propone il video seguente.

Video della settimana

Ecco il video presentato da "Momentum for Change" su iniziativa dell' UNEP intitolato "Climate Heroes: Stories of Change".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner