Venerdì, 31 Ottobre 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

MESSAGGIO DEL SEGRETARIO GENERALE IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE PER L’ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE (25 novembre 2006)

UNRIC/ITA/865/06

La violenza contro le donne è fonte di miseria, danneggia le famiglie per intere generazioni, impoverisce le comunità in cui essa avviene. Impedisce alle donne di conseguire il loro pieno potenziale, rallenta la crescita economica e pregiudica le opportunità di sviluppo. Quando c’è violenza contro le donne, non esistono società civili.
 
Il mese scorso, un mio studio approfondito ha mostrato che metà del genere umano vive sotto questa minaccia – in ogni continente, paese e cultura, indipendentemente da reddito, razza, ceto o gruppo etnico. Questo accade pur vivendo in un mondo disciplinato da diritti umani che sono stati codificati in legge e garantiti da strumenti internazionali; anche se abbiamo appreso che il godimento dei diritti umani è essenziale ai fini del benessere degli individui, delle comunità e del mondo; anche se, al vertice mondiale 2005, I governanti mondiali si sono impegnati a raddoppiare I loro sforzi per eliminare tutte le forme di violenza contro le donne.


Combattere questo flagello richiede il cambiamento di una mentalità che è ancora troppo diffusa e radicata. Per dimostrare che in materia di violenza contro le donne, non c’sé spazio per la tolleranza né esistono scuse accettabili.
 
Per anni, organizzazioni e movimenti femminili in tutto il mondo hanno lavorato instancabilmente per portare alla luce la violenza che avveniva nella sfera private – per ricondurla a un principio di responsabilità pubblica. Molti paesi hanno adottato e attuato leggi efficaci, fornendo al contempo assistenza attenta e completa alle vittime. Progressi sono inoltre stati registrati sul fronte della creazione di parametri internazionali.


E’ ora di far compiere a questi sforzi un salto di qualità. Le Nazioni Unite devono svolgere un ruolo guida più forte, meglio coordinato e maggiormente visibile. A loro volta gli Stati membri devono fare di più per dare attuazione alle disposizioni quadro legali internazionali che si sono impegnati a seguire. Tutti noi, inoltre, dobbiamo costituire un partenariato autorevole e efficace con la società civile, che gioca un ruolo cruciale sul tema ad ogni livello.


Insieme, dobbiamo creare un ambiente nel quale la violenza contro le donne non sia tollerata. Assegnandomi il compito di effettuare questo studio approfondito, gli Stati membri hanno fatto intendere che sono pronti a farlo. Ora, basandoci sullo studio e sulle raccomandazioni che esso contiene, occorre fare leva su impegno politico e risorse necessari. In questa Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne, uniamo – donne e uomini – le nostre forze per l’adempimento di tale missione.


 


Giornata delle Nazioni Unite

Messaggio del Segretario Generale Ban Ki-moon in occasione della Giornata delle Nazioni Unite 2014.

Video della settimana

L'ONU porterà la visione di un mondo libero dalla fame a Expo Milano 2015, attraverso la "Zero Hunger Challenge", dimostrando ai visitatori come sia possibile sconfiggere la fame nel corso della nostra vita, come questo può essere raggiunto solo se lavoriamo insieme e come possono e devono essere parte della soluzione. Ecco il video.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner