Giovedì, 27 Novembre 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

COMUNICATO STAMPA DEL PORTAVOCE DEL SEGRETARIO GENERALE E DELLA PORTAVOCE DEL PRESIDENTE DELL’ASSEMBLEA GENERALE


UNRIC/ITA/854/06


** Myanmar


Il Vice Segretario Generale per gli Affari Politici, Ibrahim Gambari, visiterà la Birmania dal 9 al 12 Novembre come inviato del Segretario Generale nel contesto del mandato di buoni uffici stabilito dal Segretario Generale e sotto invito del Governo Birmano.
“Il Segretario Generale apprezza l’invito, esteso al suo inviato, a visitare di nuovo la Birmania, nel processo di dialogo per una più stretta cooperazione tra le Nazioni Unite e la Birmania. Nello stesso tempo, il Segretario Generale ricorda che il valore di questo processo di dialogo può essere dimostrato solo da reali miglioramenti nell’ambito di questioni centrali come i diritti umani, le riforme democratiche e la riconciliazione nazionale in Birmania’.


**Consiglio di Sicurezza


 Il Rappresentante Speciale del Segretario Generale in Somalia, François Lonseny FalI, ha informato il Consiglio di Sicurezza sui recenti sviluppi in Somalia e sui negoziati a Juba, nel Sudan meridionale, tra l’Esercito di Liberazione del Signore e il Governo dell’Uganda.


**Libano


Il Generale Maggiore Alain Pellegrini, Comandante della Forze di Interposizione in Libano (UNIFIL), ha incontrato i funzionari delle Forze armate libanesi e delle Forze di difesa israeliane alla postazione ONU sul confine, a Ras Al Naqoura, raggiungendo un accordo che stabilisce che le Forze di difesa israeliane si ritirino dalla maggior parte del territorio circostante il villaggio di Ghajar. UNIFIL sarà presente nella zona per confermare il ritiro delle forze israeliane.


Il Generale Pellegrini ha accolto con favore il ritiro israeliano e spera in un accordo che stabilisca il completo ritiro delle forze israeliane dai territori dello Stato libanese, come previsto dalla risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza.


**UNRWA


L’Agenzia per i Rifugiati Palestinesi del Vicino Oriente (UNRWA) riferisce che sono terminate le operazioni militari israeliane nella cittadina di Beit Hanoun,  nella zona settentrionale della Striscia di Gaza. L’Agenzia riporta che le forze israeliane sono ancora presenti in altre parti di Gaza e che le condizioni di strade e abitazioni in Beit Hanoun sono peggiorate negli ultimi giorni. Le truppe israeliane, inoltre, hanno tagliato linee telefoniche e elettriche in zone dove acqua e cibo sono scarse. Il Programma alimentare mondiale ha distribuito 5.000 filoni di pane e 300 scatolette di carne per 300 persone in un ospedale di Gaza.


**Munizioni a grappolo


Il Segretario Generale ha mandato un messaggio alla terza Conferenza di Revisione della Convenzione su alcune armi convenzionali, che ha luogo a Ginevra, nel quale chiama tutte le parti interessate a sospendere l’utilizzo di munizioni a grappolo contro obiettivi militari vicino o in aree popolate. Il Segretario Generale ricorda che creare degli obiettivi militari in zone abitate è illegale secondo il diritto umanitario internazionale.


Chiedendo a tutte la parti interessate di sospendere l’utilizzo di  munizioni a grappolo riconosciute come imprecise e non affidabili, il Segretario Generale propone alle parti interessate di stabilire nuovi requisiti tecnici per nuovi sistemi armati così che il rischio per le popolazioni civili possa essere ridotto.


 Il Centro di Coordinamento di Azione sulle mine (UNMACC) nel Libano meridionale riporta che la presenza di munizioni a grappolo è più alta in Libano che in Kosovo o Iraq, particolarmente in centri abitati.


**Sudan


La Missione dell’ONU in Sudan e l’Ufficio per il Coordinamento degli Affari Umanitari continua a ricevere notizie quotidiane di attacchi da parte di milizie armate contro civili e veicoli di organizzazioni umanitarie su importanti strade del paese e anche in campi di accoglienza per rifugiati.


 Un rapporto indica l’attacco al villaggio di El Fasher, Darfur settentrionale, dove i miliziani avrebbero bruciato case, distrutto raccolti e rubato animali. Alcune persone sono state ferite e un numero imprecisato di persone sono state costrette ad abbandonare i loro villaggi.  L’ONU ha confermato il suo aiuto alle Forze dell’Unione Africana.


**Sri Lanka


L’Alto Commissario per i Diritti Umani, Louise Arbour, ha accolto con favore la creazione, da parte del Presidente dello Sri Lanka, della Commissione di Inchiesta su esecuzioni extra-giudiziarie e persone scomparse, esprimendo la speranza che coloro che hanno commesso tali violazioni dei diritti umani siano giustamente condannati.


 


In questa Giornata Internazionale per la Tolleranza ,16 Novembre 2014, il Progetto '7 Miliardi di Altri' vi propone il video seguente.

Video della settimana

Ecco il video presentato da "Momentum for Change" su iniziativa dell' UNEP intitolato "Climate Heroes: Stories of Change".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner