Martedì, 21 Ottobre 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

DALLA CONFERENZA STAMPA DEL PORTAVOCE DEL SEGRETARIO GENERALE

** Repubblica Democratica del Congo (dichiarazione del Segretario Generale) – Il Segretario Generale si congratule con la popolazione della Repubblica Democratica del Congo per la sua partecipazione pacifica al secondo turno delle elezioni presidenziali e alle elezioni delle assemblee provinciali, tenutesi il 29 Ottobre. Il Segretario Generale è soddisfatto perchè gli elettori hanno potuto votare in un ambiente nel complesso libero e calmo, anche se ha espresso preoccupazione per gli episodi di violenza che hanno avuto luogo nella provincia di Equateur e nella vicina Bunia, nel distretto di Ituri. Il Segretario Generale esprime apprezzamento per gli sforzi compiuti dalla Commissione Elettorale Indipendente per assicurarsi che il processo elettorale continui ad essere credibile e trasparente. Sottolinea che la votazione, interrotta nella città di Bumba, in Equateur, verrà portata a termine il 31 ottobre. Il Segretario Generale accoglie con favore la firma, avvenuta il 29 ottobre da parte del rappresentante del Presidente Joseph Kabila e del Vice Presidente Jean-Pierre Bemba, di una Dichiarazione di intenti riguardo la loro condotta in seguito alle elezione. Tale dichiarazione rappresenta un passo importante per garantire che il processo elettorale possa essere portato a termine con successo in condizioni di sicurezza. Il Segretario Generale fa appello ai candidati delle elezioni presidenziali e ai loro sostenitori affinchè si dimostrino pazienti e moderati e intraprendano tutte le azioni necessarie per prevenire qualsiasi atto di violenza in attesa dell’annuncio dei risultati da parte della Commissione Elettorale Indipendente.


** Aggiornamento sulla Repubblica Democratica del Congo – Dopo la chiusura dei seggi elettorali e avviato lo spoglio dei voti, la Missione afferma che i risultati provvisori potrebbero essere disponibili entro 10 giorni. Nel frattempo i caschi blu e le forze dell’Unione Europea continuano a pattugliare Kinshasa, mentre la sicurezza è stata ristabilita in altre parti del paese, inclusa la regione del Kasai Occidentale, dove si riporta che due osservatori dell’Unione Europea sono stati bersaglio del lancio di pietre da parte di sostenitori del Presidente kabila. La Missione deplora l’uccisione durante una sparatoria, da parte di soldati congolesi, di due funzioanri impegnti nel processo elettorale nella città di Fataki, un incidente che ha spinto una folla inferocita a saccheggiare 37 seggi elettorali sui 55.000 stimati. La Missione afferma che le votazioni nella regione sono riprese oggi.


** Bangladesh – Il Segretario Generale è preoccupato dalla violenza in Bangladesh collegata alle imminenti elezioni nazionali e al processo di transizione. Il Segretario Generale auspica che gli sforzi per una consultazione con i partiti politici principali e per trovare una via d’uscita alla crisi attuale,intrapresi dal Presidente Iajuddin Ahmed, il quale ha assunto delle crescenti reponsabilità come capo del Governo ad interim, portino ai risultati sperati.


** Rapporto 1559 - Terje Roed-Larsen, l’inviato speciale del Segretario Generale per l’applicazione della Risoluzione 1559, riguardante il ritiro di forze straniere dal Libano, presenterà al Consiglio di Sicurezza l’ultimo rapporto del Segretario Generale sulla Risoluzione 1559. Nel rapporto, il Segretario Generale afferma che negli ultimi due anni sono stati fatti degli importanti passi avanti nell’attuazione della Risoluzione ma che negli ultimi sei mesi il Libano è stato vittima di un conflitto senza precedenti dai tempi della guerra civile. Nei prossimi mesi, il Libano dovrà riavviare un nuovo dialogo su scala nazionale aperto a tutte le parti interessate.


** UNFCCC Il Segretariato Generale ha rilasciato dati provenienti dalla Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici che mostrano un aumento delle emissioni di gas serra nei paesi industrializzati nel periodo 2000-2004.


** Nuovi Rapporti – Un nuovo rapporto della FAO afferma che ci sono oggi 820 milioni di persone che soffrono la fame nei paesi in via di sviluppo, più di quanti ce ne fossero nel 1996, quando il Vertice Mondiale sull’alimentazione aveva promesso di ridurre il numero di persone malnutrite. Un altro rapporto appena pubblicato, dell’Organizzazione Internazionale del lavoro, sottolinea la crescita del numero dei giovani disoccupati tra i 15 e i 24 anni, nell’ultimo decennio. Il numero dei giovani disoccupati è aumentato dai 74 milioni del 1995 agli 85 dell’anno scorso, secondo quanto riportato dall’ILO.


                                         *   *   *   *


Giornata Mondiale dell'Alimentazione

In occasione della Giornata Mondiale dell'Alimentazione, UNRIC, in collaborazione con '7 miliardi di altri' vi propone il seguente video.

Video della settimana

L'ONU porterà la visione di un mondo libero dalla fame a Expo Milano 2015, attraverso la "Zero Hunger Challenge", dimostrando ai visitatori come sia possibile sconfiggere la fame nel corso della nostra vita, come questo può essere raggiunto solo se lavoriamo insieme e come possono e devono essere parte della soluzione. Ecco il video.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner