Sabato, 29 Novembre 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Messaggio del Segretario Generale in Occasione della Giornata delle nazioni Unite (24 October 2006)

UNRIC/ITA/821/06



Per la decima e ultima volta nella mia qualità di Segretario Generale, porgo ai miei amici e colleghi nel mondo i migliori auguri in occasione di questa Giornata delle Nazioni Unite. Ho trascorso quasi tutta la mia vita professionale lavorando per le Nazioni Unite – perciò questa Giornata, e il valore che essa rappresenta, saranno sempre speciali per me.



Nel corso degli ultimi dieci anni, abbiamo fatto alcuni importanti passi avanti nella nostra comune lotta in favore di sviluppo, sicurezza e diritti umani. 

·   Il livello di aiuti e di riduzione del debito sono aumentati, rendendo l’economia mondiale in qualche modo più equa. 


·   Il mondo sta finalmente adeguando il suo livello di risposta alla piaga dell’AIDS.


 ·  Ci sono ora molti meno conflitti interstatali che in passato; e molte guerre civili sono terminate.


 ·  Molti più governi sono ora eletti dai popoli che essi governano, e sono responsabili nei loro confronti.


·   Tutti gli stati hanno riconosciuto, se non altro a parole, la loro responsabilità di proteggere I popoli da genocidi, crimini di guerra, pulizia etnica e crimini contro l’umanità.


 


Ma occorre fare ancora molto:


·   Il divario tra ricchi e poveri continua ad aumentare. 


·   Pochissimi paesi sono in linea con gli Obiettivi di Sviluppo del millennio da raggiungere entro il 2015. 


·   Molti nel mondo sono ancora alle prese con atrocità, repressione e conflitti brutali. 


·   Il regime di non proliferazione nucleare richiede la massima attenzione. 


·   Il terrorismo, e la risposta a esso, stanno diffondendo paura e sospetti.


 


Sembra anche che non ci si riesca neppure a mettere d’accordo su quelle che rappresentino le più importanti minacce. Chi vive in piccole isole è infatti portato a vedere l’effetto serra come il principale pericolo. Chi vive in città che hanno sofferto attentati terroristici – come New York, Mumbai, o Istanbul – può invece pensare che sia più urgente lottare contro il terrorismo. Altri ancora possono citare la povertà, le malattie o i genocidi come minaccia prioritaria. 


 


La verità è che si tratta di minacce globali. Tutti noi dovremmo essere preoccupati per tutte queste minacce. Il rischio è che in caso contrario non si riesca ad occuparsi di alcuna di esse con successo.


Mai come ora non possiamo permetterci di essere divisi. Io so che voi, i popoli del mondo, lo capite. Grazie dunque per tutto il sostegno e l’incoraggiamento che avete voluto darmi, nel corso di questi dieci difficili ma esaltanti anni.


Vi prego di voler invitare I vostri governanti a lavorare con il mio successore, e rendere così le Nazioni Unite ancora più forti e efficaci.


Lunga vita al nostro pianeta e ai suoi popoli.Lunga vita alle Nazioni Unite!


  


                                                                  * * * *


 


 


 



In questa Giornata Internazionale per la Tolleranza ,16 Novembre 2014, il Progetto '7 Miliardi di Altri' vi propone il video seguente.

Video della settimana

Ecco il video presentato da "Momentum for Change" su iniziativa dell' UNEP intitolato "Climate Heroes: Stories of Change".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner