Giovedì, 24 Aprile 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

DICHIARAZIONE DEL QUARTETTO SUL MEDIO ORIENTE

UNRIC/ITA/803/06


I membri del Quartetto – il Segretario Generale delle Nazioni Unite Kofi Annan, il Ministro degli esteri russo Sergei Lavrov, il Ministro degli esteri finlandese Erkki Tuomioja, il Segretario di Stato americano Condoleezza Rice, l’Alto rappresentante europeo per la politica estera e la sicurezza Javier Solana, e il Commissario Europeo per le Relazioni esterne Benita Ferrero –si sono incontrati a New York per fare il punto sulla situazione in Medio Oriente dopo il loro ultimo incontro il 9 maggio scorso.


Considerando i recenti sviluppi nella regione, il Quartetto ha sottolineato il bisogno urgente di segnare progressi verso l’obiettivo di una pace giusta, durevole e globale in Medio Oriente, e ha manifestato la propria preoccupazione per la grave crisi a Gaza e il continuo stallo nei rapporti tra Israele e i Palestinesi.


Il Quartetto ha accolto con favore gli sforzi compiuti dal Presidente palestinese Mahmoud Abbas di formare un governo di unità nazionale, nella speranza che il piano d’azione di tale governo rifletta i principi del Quartetto nella sua attività.


Il Quartetto ha evidenziato la necessità che le parti diano attuazione a tutti gli aspetti dell’Accordo sui movimenti e l’accesso.  Rafah e tutti gli altri punti di transito dovrebbero dunque restare aperti in linea con gli accordi che ne disciplinano il funzionamento.


Il Quartetto ha incoraggiato un impegno maggiore da parte dei donatori per venire incontro alle esigenze del popolo palestinese, con accento particolare sui settori: riforma del sistema di sicurezza, ricostruzione delle infrastrutture danneggiate , sviluppo economico. Il Quartetto ha elogiato gli sforzi della Banca Mondiale e dell’Unione Europea per facilitare assistenza diretta per i bisogni del popolo palestinese attraverso il Meccanismo temporaneo internazionale che il Quartetto stesso ha adottato lo scorso 17 giugno. Consapevoli delle esigenze continue del popolo palestinese, il Quartetto ha deciso la continuazione e l’espansione dell’attività di tale strumento finanziario per un periodo di tre mesi, e ha convenuto di rivederlo alla fine di questo periodo.


Il Quartetto ha notato che il ripristino del trasferimento di redditi derivati da tasse e entrate doganali percepiti da Israele per conto dell’Autorità palestinese produrrebbe un impatto significativo sull’economia palestinese. Il Quartetto ha dunque incoraggiato Israele e l’Autirotà palestinese a prendere in considerazione la possibilità di riavviare tali trasferimenti finanziari attraverso il Meccanismo di cui sopra, per migliorare le condizioni economiche e umanitarie in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza. Il Quartetto ha accolto con favore l’iniziativa del Segretario Generale dell’ONUdi chiedere a James D. Wolfensohn di riferire sulla situazione sul terreno.


Il Quartetto ha ribadito il proprio impegno a sostegno della roadmap come un mezzo  per realizzare l’obiettivo della creazione di due stati democratici – Israele e Palestina –destinati a vivere uno a fianco all’altro in pace e sicurezza. Il Quartetto ha posto l’accento sulla necessità di un processo politici credibile che permetta di realizzare passi avanti verso la soluzione dei due stati, attraverso ildialogo e l’attuazione parallela degli obblighi reciproci. In tale contesto, il Quartetto ha apprezzato il proprio favore alla prospettiva di un incontro tra il Primo Ministrp Ehud Olmert e il Presidente Mahmoud Abbas
Nel prossimo futuro.


Il Quartetto ha convenuto di tenere i propri incontri prossimamente su base regolare, a entrambi i suoi livelli, anche coinvolgendo le parti in causa e altri partner regionali per tenere sotto osservazione gli sviluppi e le attività delle parti e discutere le linee d’azione.


 


 


* * *


Video della settimana 

Profondamente preoccupato per il deterioramento della situazione della sicurezza nella Repubblica Centrafricana , il Consiglio di Sicurezza ha approvato un'operazione di mantenimento della pace delle Nazioni Unite per proteggere i civili e facilitare l'accesso umanitario nel paese.

Video della settimana 

In occasione della Giornata internazionale della Madre Terra, il Centro Regionale di Informazione delle Nazioni Unite per l'Europa Occidentale, in collaborazione con la  Fondazione Goodplanet,  vi presenta il  progetto “7miliardi di altri”, dei video-messaggi per comunicare paure, sogni, sfide e speranze dei cittadini di tutto il mondo.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner