Sabato, 23 Maggio 2015
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Messaggio del Segretario Generale in occasione della Giornata internazionale per la pace (21 settembre 2006)

UNRIC/ITA/793/06


Per alcuni di noi la pace è una realtà quotidiana. Le nostre strade sono sicure; i nostri figli vanno a scuola. Dove il tessuto della società è forte, il dono prezioso della pace passa quasi inosservato.


Ma per troppa gente al mondo, oggi, questi regali rappresentano solo un sogno lontano. Persone che vivono in catene: in un clima di insicurezza e paura. E’ soprattutto per loro che questa giornata esiste.


Venticinque anni fa, l’Assemblea Generale proclamò la Giornata internazionale per la pace come un giorno di cessate il fuoco e di non violenza. Le Nazioni Unite, da allora, l’hanno sempre osservata. Il suo obiettivo, fare riflettere le persone sulla pace, ma soprattutto agire perchè tale obiettivo possa essere perseguito.


Tuttavia, in questo giorno, come pure negli altri 364 dell’anno, la violenza continua a chiedere il prezzo di vite innocenti. In queste recenti settimane abbiamo assistito all’ escalation di conflitti in diverse parti del mondo.


Le Nazioni Unite operano per la pace in tanti modi. Stiamo dando il massimo per prevenire ulteriori spargimenti di sangue ed abbiamo ottenuto qualche successo in questo senso.


Gli Stati stanno prestando più attenzione all’attività di diplomazia preventiva. Le missioni di mantenimento della pace delle Nazioni Unite, insieme ai nostri sforzi per incoraggiare la democrazia e la promozione dei diritti umani, stanno facendo la differenza. I singoli cittadini di tutto il mondo, uomini e donne di ogni società, stanno lavorando per alleviare la sofferenza e per costruire ponti che congiungano i popoli di culture e credi diversi.


In realtà, esistono meno guerre oggi che nel decennio scorso ma sono, comunque, ancora troppe. Ogni scoppio di conflitto è un fallimento e ci ricorda quanto ancora c’è da fare.


Con questo spirito, mi appello a tutti popoli di ogni parte del mondo affinchè oggi osservino un minuto di silenzio in nome della pace. Lasciatemi ricordare le vittime della guerra e impegniamoci a fare di più, ovunque possiamo fare la differenza, per generare una pace duratura.


 


****


UN Secretary-General Ban Ki-moon's message for Expo Milano 2015

Ecco videomessaggio del Segretario Generale in occasione dell'inaugurazione di Expo 2015 Milano

 

Faces - United nation Free & Equal

Il video della campagna ONU Free & Equal per celebrare il contributo di milioni di lesbiche, gay, bisessuali e transgender per le famiglie e le comunità locali di tutto il mondo. Nel cast figurano personaggi reali (non attori) nei loro luoghi di lavoro e nelle loro case - tra i quali, un vigile del fuoco, un poliziotto, un insegnante, un elettricista, un medico e un volontario, così come il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon.

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner