Giovedì, 17 Aprile 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Conferenza Stampa del Portavoce del Segretario Generale (UNRIC/ITA/761/06)

**Somalia


Il Rappresentante Speciale del Segretario Generale per la Somalia, François Lonseny Fall, ha presentato ieri la condizione critica che sta vivendo il processo politico del paese.


L’ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari Politici ha comunicato che il Consiglio dei Ministri ha accolto la decisione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite di applicare l’embargo sulle armi in Somalia.


**Visite del Segretario Generale


Il Segretario Generale ha dovuto posticipare la sua partenza per Haiti in seguito a problemi tecnici riportati dal velivolo. Nonostante questo, il Segretario raggiungerà il paese per incontrare, come programmato, il Presidente René Préval in una conferenza stampa, il Primo Ministro e il Ministro degli Esteri e prendere parte ad una sessione congiunta del Parlamento di Haiti.
.
**Aggiornamento sugli Aiuti Umanitari


I convogli di Aiuto Umanitario dell’ONU hanno lasciato Sidon e Tyre. Allo stato attuale, le Nazioni Unite hanno inviato nove convogli nel sud del Libano provenienti da Beirut, contententi 280 tonnellate di cibo, sufficienti a sfamare 80.000 persone per una settimana, unitamente a materiale medico.


Il Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia si è attivato e l’Organizzazione Mondiale per la Sanità sta cercando di fornire antivirali per circa 200 affetti HIV a Beirut. L’Agenzia per i Rifugiati delle Nazioni Uniti sta continuando a sostenere circa 700.000 sfollati libanesi, molti dei quali nel nord del Libano. Il Programma Alimentare Mondiale sta distribuendo cibo a circa 7.000 libanesi a Damasco provenienti dal Libano.


Le autorità israeliane stanno collaborando con le Nazioni Unite per facilitare il passaggio dei convogli.


La decisione di ritirare due convogli è stata presa dalle Nazioni Unite. 


**Aggiornamento UNIFIL


La Forza ad Interim in Libano delle Nazioni Unite continua a riferire dei duri incidenti verifcatisi nel sud del paese, tra cui il villaggio di Ayta Ash Shap e di cinque scontri a fuoco in prossimità di tre postazioni della missione.


Secondo il governo israeliano il bilancio dei morti israeliani dal 12 luglio scorso ad oggi è di 56 nel nord del paese e di 1.733 feriti.
****


Ricordiamo che la conferenza stampa è stata tradotta dall’inglese e sintetizzata in alcune sue parti. Per eventuali approfondimenti, è possibile richiedere la versione integrale in lingua originale.


 


Video della settimana 

Profondamente preoccupato per il deterioramento della situazione della sicurezza nella Repubblica Centrafricana , il Consiglio di Sicurezza ha approvato un'operazione di mantenimento della pace delle Nazioni Unite per proteggere i civili e facilitare l'accesso umanitario nel paese.

Video della settimana 

In occasione di alcune Giornate, il Centro di Informazione Regionale delle Nazioni Unite per l’Europa Occidentale, in collaborazione con la  Fondazione Goodplanet,  vi presenta il  progetto “7miliardi di altri”, dei video-messaggi per comunicare paure,  sogni, fatiche e speranze dei cittadini di tutto il mondo.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner