Mercoledì, 23 Aprile 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

IL SEGRETARIO GENERALE Ė SCOSSO DALL'ATTACCO ISRAELIANO ALLA POSTAZIONE DELLE NAZIONI UNITE IN LIBANO, CHE HA CAUSATO LA MORTE DI DUE OPERATORI DI PACE

Sono scosso e profondamente afflitto dall'apparentemente intenzionale obiettivo da parte delle Forze di Difesa Israeliane di colpire la postazione delle Nazioni Unite nel sud del Libano che ha causato la morte di due osservatori militari e il ferimento grave di altri due.


Quest'attacco coordinato aereo e via terra nei confronti di una postazione dell’ONU da lungo tempo presente e chiaramente segnalata a Khiyam si è verificato nonostante le assicurazioni personali del Primo Ministro Ehud Olmert, secondo cui le posizioni delle Nazioni Unite sarebbero state risparmiate dal fuoco israeliano. Inoltre, il Generale Alain Pellegrini, Comandante delle Nazioni Unite nel Libano del sud, era stato costantemente in contatto con i funzionari israeliani durante tutta la giornata di martedì, sottolineando la necessità di proteggere quella particolare posizione dell’ONU dall’attacco.



Mi appello al Governo israeliano affinchè conduca un’indagine approfondita su questo sconvolgente incidente e ponga fine a qualsiasi ulteriore attacco nei confronti delle postazioni e del personale dell’ONU.



I nomi e le nazionalità di coloro che sono stati uccisi sono in procinto di essere notificati alle loro famiglie. Esprimo le mie più sincere condoglianze alle famiglie dei nostri operatori di pace caduti.


****


Video della settimana 

Profondamente preoccupato per il deterioramento della situazione della sicurezza nella Repubblica Centrafricana , il Consiglio di Sicurezza ha approvato un'operazione di mantenimento della pace delle Nazioni Unite per proteggere i civili e facilitare l'accesso umanitario nel paese.

Video della settimana 

In occasione della Giornata internazionale della Madre Terra, il Centro Regionale di Informazione delle Nazioni Unite per l'Europa Occidentale, in collaborazione con la  Fondazione Goodplanet,  vi presenta il  progetto “7miliardi di altri”, dei video-messaggi per comunicare paure, sogni, sfide e speranze dei cittadini di tutto il mondo.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner