Sabato, 28 Marzo 2015
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Dichiarazione del Segretario Generale in occasione della Giornata Internazionale a sostegno delle vittime della tortura (26 giugno 2006)

La Giornata Internazionale a sostegno delle vittime della tortura vuole attirare l’attenzione sulla sofferenza delle vittime della tortura, delle loro famiglie e delle loro comunità e vuole dare l’opportunità di riaffermare la nostra condanna collettiva della tortura e di tutte le punizioni crudeli, inumane e degradanti.


Il divieto della tortura è ben determinato, è assoluto e senza ambiguità, vale in ogni circostanza, in tempo di guerra e in tempo di pace. La tortura non è ammissibile nemmeno se chiamata con nomi diversi: la punizione crudele e inusitata è inaccettabile e illegale, qualsiasi sia il nome con cui si decide di chiamarla.


Tuttavia questo male rimane in troppe nostre società ed è tollerato e perfino praticato dai governi o dai loro agenti.


Dobbiamo lottare per cancellare questa macchia negativa dalla coscienza dell’umanità. Dobbiamo condannare apertamente e con forza tali pratiche e rinnovare i nostri sforzi per porre fine alla tortura in tutte le sue forme.


Accolgo con grande favore la recente entrata in vigore del Protocollo Opzionale alla Convenzione contro la tortura e altri trattamenti e punizioni crudeli, inumane o degradanti. Creando un sistema di visite internazionali e nazionali ai luoghi di detenzione, il Protocollo permette di prevenire il maltrattamento dei detenuti. Le sue disposizioni possono anche aiutare il lavoro del Relatore Speciale sulla tortura. Mi appello a tutti gli Stati che non hanno ratificato la Convenzione e il suo Protocollo Opzionale e non permettono le denuncia individuale da parte delle vittime attraverso questi strumenti.


Questo anno segna il venticinquesimo anniversario del Fondo delle Nazioni Unite per le vittime delle torture. Esso è uno dei fondi umanitari più importanti delle Nazioni Unite e da supporto alle organizzazioni che assistono le vittime e le loro famiglie. Ringrazio i donatori attuali per il loro sostegno al Fondo e incoraggio la comunità internazionale a continuare a contribuire con generosità. Sono inoltre grato per il lavoro svolto dalle organizzazioni non governative in tutto il mondo nel sostenere e riabilitare le vittime delle torture e le loro famiglie.


 In questa Giornata Internazionale a sostegno delle vittime delle torture, dobbiamo riaffermare i diritti inalienabili e la dignità di tutti gli uomini e di tutte le donne e decidere di combattere contro il trattamento crudele, degradante e inumano ogni qualvolta esso si verifichi.


 


#HappySoundsLike - Giornata Mondiale della Felicità

Ecco il video in cui il Segretario Generale, Ban Ki-moon, condivide cosa significa per lui #HappySoundsLike e pronuncia "Be Happy" in sei lingue diverse. Giornata Mondiale della Felicità, 20 marzo 2015. 

"7 Billion Others" - HEUREUX

Ecco il video che celebra la Giornata Mondiale della Felicità, 20 Marzo 2015.

Secretary General's message for International Women's Day

Ecco il video-messaggio di Ban Ki-moon in occasione della Giornata Internazionale della Donna 2015.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner